I combattimenti vicino a Shushi continuano

  
0

1.Nagorno-Karabakh

Il Centro d`informazione unito armeno sotto il Gabinetto dei Ministri dell’Armenia, con riferimento al Servizio statale per le situazioni di emergenza, ha riferito che le forze armate azere hanno sparato lunedì notte sulla capitale della repubblica del Nagorno-Karabakh non riconosciuta, Stepanakert, con munizioni a grappolo.

In precedenza, il segretario stampa del ministero della Difesa armeno Shushan Stepanyan ha riferito su Facebook che le forze armate azere domenica notte hanno sottoposto Stepanakert al lancio di razzi. È stato anche riferito che domenica due veicoli aerei senza pilota dell’Azerbaigian sono stati abbattuti nel nord-ovest di Stepanakert.

2. Nagorno-Karabakh

Il segretario stampa del ministero della Difesa armeno Shushan Stepanyan ha riferito su Facebook che continuano i combattimenti nelle vicinanze della città di Shushi nel Nagorno-Karabakh. Stepanyan ha anche affermato che le unità dell’Esercito di difesa della non riconosciuta Repubblica del Nagorno-Karabakh «stanno portando a termine con successo i compiti assegnati, privando il nemico dell’iniziativa».

Domenica scorsa, il presidente azero Ilham Aliyev nel suo discorso alla nazione ha detto che le forze armate azere avevano preso il controllo della città di Shushi. A sua volta, il rappresentante ufficiale del ministero della Difesa armeno Artsrun Ovannisyan ha negato la dichiarazione di Aliyev, affermando che «i combattimenti a Shushi continuano». Si segnalano anche intensi combattimenti in direzione di Martuni.

3. Nagorno-Karabakh

Il rappresentante ufficiale del ministero della Difesa armeno Artsrun Ovannisyan ha detto sulla sua pagina Facebook che le forze armate azere hanno cercato di attaccare le posizioni dell’esercito di difesa della repubblica del Nagorno-Karabakh non riconosciuta nelle direzioni di Martuni, Martakert e Tagavard, ma sono state respinte. «Oltre a Shushi, le ostilità si stanno svolgendo in altre direzioni. Gli attacchi del nemico sono stati respinti in direzione di Martuni, Martakert, Tagavard e altri luoghi», dice il messaggio. In precedenza, Ovannisyan ha affermato che le unità dell’esercito di difesa della repubblica del Nagorno-Karabakh non riconosciuta stanno conducendo un’operazione per eliminare il raggruppamento delle forze armate azere nel villaggio di Karintak nelle vicinanze della città strategicamente importante di Shushi. «Il gruppo nemico scoperto in direzione di Karintak viene distrutto da missili e attacchi di artiglieria. Il nemico subisce più perdite», dice il messaggio.

4. Turchi

Il canale televisivo CNN Turk, citando fonti diplomatiche turche, ha riferito che il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha proposto al presidente russo Vladimir Putin di creare un gruppo di lavoro congiunto per risolvere la situazione in Nagorno-Karabakh. Secondo il telecanale, Erdogan ha espresso questa proposta durante le conversazioni telefoniche con Putin, avvenute il 7 novembre. Il canale televisivo afferma che il lavoro in questo formato potrebbe iniziare nei prossimi giorni, a seguito del quale potrebbe apparire una piattaforma alternativa per i negoziati al di fuori del Gruppo OSCE di Minsk. Inoltre, il canale televisivo CNN Turk ha dichiarato che l’Azerbaigian «dopo la vittoria a Shushi» interromperà il suo progresso, dopodiché inizieranno i negoziati. Secondo il canale televisivo, l’Armenia «libererà gradualmente sette regioni».

5. Azerbaigian

Il presidente azerbaigiano Ilham Aliyev ha dichiarato in un’intervista alla BBC che l’Azerbaigian potrebbe considerare l’opzione di rivolgersi alla Turchia per assistenza militare in caso di aggressione. «È stato firmato un documento tra di noi che fornisce assistenza militare alla Turchia in caso di aggressione. In un certo senso, abbiamo lo stesso formato di quello tra Armenia e Russia. Se l’Azerbaigian affronta l’aggressione e vede la necessità di assistenza militare dalla Turchia, allora prenderemo in considerazione questa possibilità», — ha osservato Aliyev, le sue parole sono citate dall’agenzia azera.

Aliyev ha anche osservato che se la situazione continuerà a svilupparsi nel modo attuale, non ci sarà motivo di rivolgersi alla Turchia.

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Читайте нас на
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Главное на вечер 24 ноября 2020 года Влад Николаев В Минобороны РФ сообщили, что большой противолодочный корабль «Адмирал Виноградов» остановил нарушение госграницы РФ эсминцем ВМС США «Джон Маккейн» в заливе Петра Великого. Инцидент произошёл в 06:17 мск. […] Les Etats-Unis sortent du traité Ciel ouvert Александра Донцова 1 Haut-Karabakh Le chef du service de génie du contingent militaire russe, le lieutenant-colonel Pavel Pautov informe que les sapeurs russes ont commencé le déminage humanitaire du terrain au Haut-Karabakh, qui fait partie de […] Rückzug der USA aus dem OH-Vertrag Александра Донцова 1. Berg-Karabach Der Leiter des Ingenieurdienstes des russischen Militärkontingents, Oberstleutnant Pawel Pautow, sagte, die Pioniere der russischen Streitkräfte hätten mit der humanitären Minenräumung des Gebiets in […] The US withdrawal from the Open Skies Treaty Александра Донцова 1 Nagorno-Karabakh The head of the engineering service of the Russian peacekeepers in Nagorno-Karabakh, Lieutenant-Colonel Pavel Pautov, stated that the Russian sappers had begun to demine the area in Nagorno-Karabakh, inside […] Ritiro degli Stati Uniti dal Trattato sui cieli aperti Александра Донцова 1. Nagorno-Karabakh Il capo del servizio di ingegneria del contingente militare russo, il tenente colonnello Pavel Pautov, ha detto che gli zappatori delle forze armate russe avevano iniziato lo sminamento umanitario del […] La retirada de los EE.UU. del Tratado de Cielos Abiertos Александра Донцова 1.Nagorno-Karabaj. Pavel Pautov, el jefe de Servicios de Ingeniería del contingente militar ruso, informó que los zapadores de la Fuerza Armada rusa habían comenzado la remoción de minas humanitaria de la región en […]
Наверх Наверх