I militanti hanno aumentato il bombardamento delle truppe siriane

  
0

Vladimir Zelensky, che ha assunto la presidenza dell’Ucraina, ha annunciato lo scioglimento della Rada e lo svolgimento di elezioni parlamentari straordinarie entro due mesi, riferisce TASS. Lo ha dichiarato nel suo primo discorso al popolo ucraino, che ha fatto nella sala della Verkhovna Rada subito dopo aver prestato giuramento. Allo stesso tempo, Vladimir Zelensky ha invitato i deputati, nei due mesi rimanenti fino alla fine del loro mandato, ad adottare diverse leggi importanti, come privare i parlamentari della loro immunità. Il presidente ha anche chiesto che il Rada di questa convocazione dimettesse il capo del Servizio di sicurezza dell’Ucraina (SBU) Vasily Gritsak, il procuratore generale Yuriy Lutsenko e il ministro della Difesa Stepan Poltorak. In precedenza, le dimissioni sono già state presentate dal ministro degli esteri Pavel Klimkin e dal segretario del Consiglio nazionale di sicurezza e difesa Alexander Turchinov.

Israele e il movimento militante palestinese Hamas, che controlla la Striscia di Gaza, hanno accettato una tregua per sei mesi, riferisce Interfax, citando il quotidiano israeliano The Times of Israel. Da parte loro, i palestinesi hanno promesso di porre fine alle rivolte sulla Striscia di Gaza e Israele e di mantenere una zona cuscinetto a 300 metri lungo il confine. In cambio, Israele espanderà la zona di pesca nella Striscia di Gaza per i pescatori palestinesi e consentirà anche l’importazione di medicinali nell’enclave. All’inizio di maggio è stato riferito che Israele e la Palestina, attraverso la mediazione dell’Egitto, hanno raggiunto un accordo di cessate il fuoco nella Striscia di Gaza.

Presentando la Turchia con un ultimatum, gli Stati Uniti hanno effettivamente riconosciuto la propria sconfitta nei negoziati con la Turchia sui sistemi missilistici antiaerei russi S-400. Ricordiamo che gli Stati Uniti hanno offerto alla Turchia due settimane per rifiutarsi di acquistare il sistema di difesa aerea S-400 dalla Russia. È stato chiarito che altrimenti Washington escluderebbe Ankara dal programma di produzione dei combattenti dell’F-35. Gli Stati Uniti usano questo ultimatum come pretesto per imporre sanzioni, comprese quelle economiche, con le quali avevano minacciato la Turchia con i mesi precedenti. Nonostante ciò, Ankara ha dichiarato che l’accordo S-400 è stato completato e non è soggetto a revisione.

Le forze aeree del governo libico di accordo nazionale hanno inflitto attacchi aerei alle posizioni dell’esercito nazionale libico (LNA) del maresciallo Khalifa Haftar nel nord del paese, riferisce Interfax con riferimento all’agenzia di stampa anatolica. Il portavoce del governo libico Muhammad Kanun ha osservato che gli aerei hanno colpito sei volte contro le posizioni dell’esercito LNA nella città di Garyan. «Lo scopo del bombardamento è fermare la fornitura dell’esercito di Haftar con munizioni e equipaggiamento militare», ha detto l’agenzia. Inoltre, sono riportate notizie di combattimenti in corso tra le parti in conflitto nel sud di Tripoli.

Il leader del partito ucraino Batkivshchyna, Yulia Tymoshenko, ha dichiarato «l’inammissibilità» di un referendum sui negoziati dell’Ucraina con la Russia, chiedendo l’indurimento delle sanzioni contro la Russia da parte della comunità internazionale, così come il rafforzamento della capacità di combattimento dell’esercito ucraino. «L’Ucraina ha bisogno della pace come prerequisito per lo sviluppo dello stato. E per questo abbiamo bisogno di un esercito forte, il rafforzamento delle sanzioni contro il paese aggressore e lo svolgimento di opportuni negoziati internazionali, e non tenere un referendum sulla pace con la Russia «, cita Interfax-Ucraina. Ricordiamo, il 21 maggio, è stato riferito che Zelensky stava valutando la possibilità di tenere un referendum sulla questione dei negoziati tra Ucraina e Russia.

главное за суткиитоги дняновостиполитика
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Proteste in Syrien gegen türkische Präsenz Александра Донцова 1. Syrien Syrische Medien berichteten, dass in mehreren Provinzen Syriens Proteste gegen die türkische Militärpräsenz im Land stattgefunden hätten. Einwohner der Provinz Idlib versammelten sich an den Beobachtungsposten der […] Proteste in Siria contro la presenza turca Александра Донцова 1. Siria I media siriani hanno riferito che le proteste contro la presenza militare turca nel paese si sono svolte in diverse province della Siria. I residenti della provincia di Idlib si sono riuniti presso i posti di […] Las protestas en Siria contra la presencia turca Александра Донцова 1.Siria Los medios sirios informaron que en varias provincias de Siria, incluso, Idlib, Hama y Alepo se habían realizado las protestas contra la presencia militar turca en el país. Varias decenas de personas participaron en […] Protests in Syria against the Turkish presence Александра Донцова 1 Syria The Syrian mass media reported about protests in several Syrian provinces against the Turkish military presence in Syria. The residents of the Idlib province gathered at the observation posts of the Turkish army with […] Украина итоги 18 сентября 2020 года Влад Николаев   Юрченко пошел под суд   Суд депутата Александра Юрченко перенесли. Напомним, парламентария подозревают в большом коррупционном скандале. По мнению следствия, он вымогал около 200 тыс. долларов за нужный […] Главное на вечер 18 сентября 2020 года Влад Николаев Сирийские СМИ сообщили, что в нескольких провинциях Сирии прошли акции протеста против турецкого военного присутствия в стране. Жители провинции Идлиб собрались у наблюдательных пунктов турецкой армии с плакатами «Идлиб […]
Наверх Наверх