Il parlamento venezuelano non riconosce l’accordo militare

  
0

1. Venezuela

L’Assemblea nazionale del Venezuela, controllata dall’opposizione, ha dichiarato «non leggittimo» un nuovo accordo sulla cooperazione militare con la Russia, che prevede visite reciproche di navi da guerra, firmato il 15 agosto. Il testo del documento afferma che si tratta di «un accordo sulla cooperazione militare tra i governi di Venezuela e Russia, che è stato firmato dai ministri della difesa Vladimir Padrino Lopez e Sergey Shoigu», riferisce TASS. «Questo accordo non è stato preso in considerazione né dalla commissione per la politica estera, dalla sovranità e dall’integrazione, né dal parlamento, che indica la sua incostituzionalità, il che significa che non è valida», afferma il parlamento.

2. Russia-Ucraina

Mosca e Kiev il 27 agosto riprenderanno i preparativi per lo scambio di prigionieri, mentre si prevede che il loro ritorno in patria si terrà entro la fine della settimana, riferisce il quotidiano Izvestia. Secondo la pubblicazione, ora le parti stanno anche risolvendo il problema di ritirare tutti gli addebiti dalle persone dichiarate per lo scambio. Secondo l’avvocato Valentin Rybin, che si trova nelle carceri ucraine in Russia, coloro che alla fine verranno rimandati a casa non dovrebbero avere nuovamente problemi con la legge a causa di precedenti accuse. Allo stesso tempo, non vi è ancora alcuna decisione definitiva su quante persone saranno presenti negli elenchi di entrambe le parti. Come ha detto al giornale uno degli interlocutori vicini al processo, «la formula da 33 a 33 emersa nei media è condizionata, in quanto non vi è ancora chiarezza su alcune persone».

3. Francia

Il presidente francese Emmanuel Macron, a seguito di un vertice del G7 dei paesi che si è concluso lunedì, ha dichiarato che l’incontro dei leader di paese nel «formato normanno» si terrà a settembre. «Ci riuniremo a settembre a livello di capi di stato e di governo in formato normanno», ha dichiarato Macron in una conferenza stampa. Ha notato che ha iniziato a discutere di questo problema durante un incontro con il leader russo Vladimir Putin circa una settimana fa a Bregancon. Secondo lui, il presidente della Federazione Russa ha poi sostenuto l’idea di tenere un tale incontro. Tuttavia, Macron non ha specificato dove si terrà questo incontro. La dichiarazione dei capi di stato e di governo del G-7 afferma che Parigi e Berlino sperano di ottenere risultati concreti a seguito dei risultati del vertice previsto per settembre in formato normanno.

4. Russia

Il personale militare dell’India e del Pakistan prenderà parte alle esercitazioni strategiche internazionali del Centro-2019, che si terranno in Russia dal 16 al 21 settembre, nonostante le tensioni tra i due paesi, riporta il canale NDTV. Secondo le fonti del canale, l’India invia «un impressionante gruppo di personale» agli esercizi, rappresentando sia le forze di terra che l’Aeronautica. «Gli esercizi militari della SCO si concentreranno sui partenariati antiterrorismo», ha affermato la fonte. Durante gli esercizi, i militari di otto paesi partecipanti all’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai — Russia, Cina, Pakistan, Kirghizistan, India, Kazakistan, Tagikistan e Uzbekistan lavoreranno insieme per combattere il terrorismo.

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Damas va récuperer la souveraineté sur des territoires Александра Донцова 1 Kazakhstan La déclaration finale de la rencontre internationale sur la Syrie à Noursoultan dit que les pays-garants du processus d’Astana – la Russie, la Turquie et l’Iran – ont rejeté des initiatives visant la création […] Damaskus will die Souveränität über die Gebiete wiedererlangen Александра Донцова 1. Kasachstan In der Abschlusserklärung zum internationalen Syrien-Treffen in Nur Sultan hieß es, dass die Schutzmächte des Astana-Prozesses – Russland, die Türkei und der Iran – die Initiative zur Schaffung unter dem […] Damasco intende riconquistare la sovranità sui territori Александра Донцова 1.Kazakistan La dichiarazione finale sull’incontro internazionale sulla Siria a Nur Sultan afferma che i paesi garanti del processo di Astana Russia, Turchia e Iran hanno respinto l’iniziativa di creare un […] Damasco tiene intenciones de recuperar la soberanía sobre los territorios Александра Донцова 1.Kazajstán Después de la reunión internacional sobre Siria celebrada en Nur Sultan, los países garantes del proceso de Astaná, en particular, Rusia, Turquía e Irán rechazaron la iniciativa de crear un gobierno autónomo en […] Damascus intends to regain the sovereignty over the territories Александра Донцова 1 Kazakhstan The final statement on the international meeting on Syria in the city of Nur Sultan states the following: The guarantor countries of the Astana process — Russia, Turkey and Iran — rejected the […] Sommet dans le format Normandie Александра Донцова 1 Suisse Le comité exécutif de l’Agence mondiale antidopage a unanimement adopté la recommendation du comité de l’organisation de priver l’Agence russe antidopage du statut de conformité au Code mondiale antidopage. Notre […] Gipfel des Normandie-Quartetts Александра Донцова 1. Schweiz Das Exekutivkomitee der Welt-Anti-Doping-Agentur (WADA) nahm einstimmig die Empfehlung des Organisationskomitees an, der russischen Anti-Doping-Agentur (RUSADA) die Einhaltung des Welt-Anti-Doping-Kodex zu […] Vertice dei Quattro Normanni Александра Донцова 1.Svizzera Il Comitato esecutivo dell’Agenzia mondiale antidoping (WADA) ha adottato all’unanimità la raccomandazione del comitato dell’organizzazione di privare l’Agenzia russa antidoping (RUSADA) del […] La cumbre del “cuarteto de Normandia” Александра Донцова 1.Suiza El Comité Ejecutivo de la Agencia Mundial Antidopaje (WADA) aceptó por unanimidad la recomendación del comité de la organización en virtud de la cual la Agencia Antidopaje Rusa (RUSADA) no cumplía las normas del […]
Наверх Наверх