Il tribunale venezuelano ha riconosciuto Guaydo colpevole || Riassunto delle notizie

  
0

I candidati che vengono al secondo turno delle elezioni del presidente ucraino sono finalmente determinati, come risulta dai dati della CEC dell’Ucraina. Il 97,48% dei protocolli è stato elaborato, raporta TASS. I leader del primo turno erano il comico Vladimir Zelensky, che ha raccolto il 30,24% di voti e l’attuale presidente del paese, Petr Poroshenko, che ha il 15,93% dei voti. Altri candidati hanno perso l’opportunità di andare al secondo turno con qualsiasi risultato del conteggio dei voti nei protocolli che non sono ancora stati elaborati. Yulia Tymoshenko, a capo del partito Batkivshchyna, guadagna il 13,39%, classificandosi al terzo posto. Il secondo turno delle elezioni si svolgerà il 21 aprile.

Gli Stati Uniti hanno sospeso le consegne in Turchia di prodotti associati ai caccia-bombardieri F-35 e hanno chiesto che Ankara si rifiutasse di ricevere sistemi missilistici antiaerei russi S-400, secondo Interfax, citando una dichiarazione del Pentagono. «Aspettando la decisione inequivocabile della Turchia di rifiutare di ricevere l’S-400, le consegne e le attività connesse alla costruzione della capacità operativa della Turchia associata all’F-35 sono state sospese.Il nostro dialogo con la Turchia su questa importante questione continua», ha affermato il ministero. All’inizio di marzo, la Turchia ha respinto una richiesta degli Stati Uniti di abbandonare l’S-400 in cambio di forniture patriottiche. Successivamente, il Pentagono ha avvertito la Turchia delle «gravi conseguenze» dell’acquisto del S-400 — Ankara è stata minacciata di rivedere la sua partecipazione al programma per creare combattenti americani F-35. Ricordiamo, la Turchia intende acquistare quattro divisioni S-400 dalla Russia, l’importo totale del contratto è di $ 2,5 miliardi, il contratto sarà pienamente attuato nel 2019.

La Camera dei comuni britannica ha respinto ancora una volta tutte le alternative proposte per l’accordo sulla Brexit con l’UE, riferisce TASS. Il presidente della Camera dei Comuni John Bercou ha scelto quattro proposte di voto, ma i deputati hanno respinto la creazione di una nuova unione doganale con l’UE, la preservazione della Gran Bretagna nello Spazio economico europeo, il nuovo referendum e il ritiro dell’articolo 50 del trattato di Lisbona, riferisce TASS. Il coordinatore del Parlamento europeo (PE) per la Brexit e il leader dei liberali al Parlamento europeo, Guy Verhofstadt, ha affermato che la Brexit senza un accordo con l’Unione europea è quasi inevitabile.

L’Assemblea costituente nazionale del Venezuela dovrebbe revocare l’immunità parlamentare all’autoproclamato presidente Juan Guaydo, ha detto la Corte Suprema del Venezuela in una dichiarazione. La corte ha confermato il divieto di lasciare il paese senza permesso. Si sottolinea che «il divieto è stato violato», riferisce RIA «Novosti». Inoltre, è stato confermato il blocco delle transazioni immobiliari e finanziarie di Guaydo in Venezuela. La corte lo ha anche riconosciuto colpevole di oltraggio all’autorità. In precedenza, Guaydo ha invitato i suoi sostenitori a prepararsi per l’operazione «Libertà», che, secondo il suo piano, porterà alla presa del potere nella repubblica.

L’esercito indiano ha bombardato e distrutto almeno tre posti militari nell’area Punch nel Kashmir controllato dal Pakistan, un gran numero di militari pakistani sono rimasti feriti, i rapporti del TASS citano The Pioneer. In precedenza, a seguito del bombardamento, almeno tre soldati dell’esercito pakistano sono stati uccisi e uno è rimasto ferito nella linea di comando da soldati indiani nell’area di Ravalakot. Il bombardamento delle posizioni pakistane è stato intrapreso in risposta all’incidente di lunedì, quando le truppe pakistane hanno aperto il fuoco dell’artiglieria da cannoni di grosso calibro negli insediamenti indiani situati a 8 km dalla linea di controllo che separa le zone indiane e pakistane del Kashmir. Di conseguenza, un ufficiale di frontiera e una ragazza minorenne morirono. Quattro guardie di frontiera indiane sono rimaste ferite.

Almeno otto membri delle forze di sicurezza sono morti a seguito di un attacco da parte di militanti del movimento radicale talebano (vietato nella Federazione Russa) nella provincia di Balkh, nel nord del paese, ha riferito TOLONews. Va notato che l’incidente si è verificato quando la polizia pattugliava il territorio. Secondo un portavoce del governatore della provincia, Adil Shah Adil, i militanti hanno sparato un colpo di razzo contro le forze dell’ordine. Secondo lui, altri quattro poliziotti sono rimasti feriti. Ha aggiunto che anche i talebani hanno subito perdite.

Maria Kayumova specialmente per ANNA NEWS

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Главное на вечер 23 сентября 2020 года Влад Николаев В Минске во Дворце независимости состоялась церемония инаугурации президента Белоруссии. Об этом сообщает агентство БелТА. На церемонии присутствовали несколько сотен человек, в том числе высшие должностные лица страны, […] Новости на 16:00 23 сентября 2020 года Влад Николаев В Минске во Дворце независимости состоялась церемония инаугурации президента Белоруссии. Об этом сообщает агентство БелТА. На церемонии присутствовали несколько сотен человек, в том числе высшие должностные лица страны, […] Новости на 12:00 23 сентября 2020 года Влад Николаев Официальный представитель МИД КНР Ван Вэньбинь заявил, что Китай поддерживает предложенную президентом России Владимиром Путиным инициативу о заключении международного соглашения о запрете размещения вооружений в космосе. […] Главное на утро 23 сентября 2020 года Влад Николаев Во вторник в столице Болгарии Софии прошла массовая акция протеста под названием «Великое народное восстание — 3», в которой приняли участие несколько тысяч человек из разных городов страны. Протестующие уже […] Cessez-le-feu en Libye Александра Донцова 1.Russie-Turquie-Libye Le ministre russe des Affaires étrangères, Sergueï Lavrov, a déclaré que la Russie et la Turquie travaillaient à un accord sur un règlement libyen, qui pourrait aider à introduire un cessez-le-feu en […] Waffenstillstand in Libyen Александра Донцова 1. Russland – Türkei – Libyen Der russische Außenminister Sergej Lawrow sagte, Russland und die Türkei arbeiten an einem Abkommen zur Lösung des Konflikts in Libyen, das dazu beitragen könnte, den Waffenstillstand in Libyen […]
Наверх Наверх