Il vertice del G20 inizia in Giappone

  
0

Il primo giorno del Vertice G20 è iniziato a Osaka, riferisce TASS. Questo summit era già il quattordicesimo nella storia e il primo ad essere organizzato in Giappone. Il forum si svolge nel complesso espositivo internazionale INTEX Osaka sull’isola artificiale di Sakisima nella baia di Osaka. C’è anche un centro stampa per giornalisti. Gli eventi del summit coprono circa 7mila rappresentanti dei media.

Il Senato degli Stati Uniti ha adottato un progetto di bilancio per la difesa per l’anno fiscale 2020 di $ 750 miliardi, di cui il bilancio di base del Pentagono è $ 642 miliardi, $ 23 miliardi destinati ai programmi di sicurezza nazionale del Dipartimento dell’Energia, altri $ 76 miliardi saranno inviati a un fondo di emergenza straniero situazioni. Secondo il documento, è proibito stanziare fondi di bilancio per «l’attuazione di qualsiasi attività che riconosca la sovranità della Russia sulla Crimea» e obbliga anche il Segretario alla Difesa, Segretario di Stato e Capo dell’Intelligence Nazionale degli Stati Uniti a fornire al Congresso un rapporto sulle capacità nucleari di Cina e Russia. Il bilancio prevede anche un sostegno militare all’Ucraina per un totale di $ 300 milioni, che è $ 50 milioni in più rispetto allo scorso anno. Inoltre, vieta il trasferimento di aerei da caccia F-35 in Turchia, se Ankara acquista sistemi di difesa aerea russa S-400.

Un civile è stato ucciso e altri 19 sono rimasti feriti a seguito di due esplosioni che hanno colpito giovedì nella città irachena di Kirkuk, riferisce TASS, citando Xinhua. La prima bomba fu attaccata alla macchina che trasportava passeggeri nella parte centrale della città. Come risultato della sua esplosione, una donna morì, un altro passeggero fu ferito. La detonazione di un secondo ordigno esplosivo, collegato a un piccolo autobus nel parcheggio, ha provocato la ferita di 18 persone. Nessuno dei gruppi ha rivendicato la responsabilità per l’incidente.

La Turchia ha colpito le posizioni in Siria da cui è stato licenziato un posto di osservazione a Idlib, riferisce RIA Novosti, riferendosi all’agenzia Anadolu. In precedenza si è saputo che durante l’attacco alle forze turche nella provincia, un militare è stato ucciso, tre sono rimasti feriti. Ankara ha detto che è stata un’azione deliberata dei siriani. In connessione con l’incidente, l’addetto russo è stato convocato allo Stato maggiore della Turchia, secondo quanto riferito da Reuters. Tuttavia, l’ambasciata russa ad Ankara non ha ancora commentato queste informazioni. Richiamo, Russia, Turchia e Iran sono i garanti di una tregua nella Repubblica araba siriana, dove dal 2011 il conflitto armato continua. A Damasco, ritengono che Ankara abbia occupato una parte del paese e chiedono la liberazione dei territori occupati, in particolare nella provincia di Idlib, dove i resti di vari gruppi terroristici sono attualmente concentrati.

La decisione del Consiglio dell’Unione europea di prorogare di sei mesi le sanzioni economiche contro la Russia è entrata ufficialmente in vigore. «Questa decisione dovrebbe essere valida fino al 31 gennaio 2020», il TASS trasmette il testo della pubblicazione della Gazzetta Ufficiale dell’UE. Alla vigilia dell’Unione Europea ufficialmente prorogata per sei mesi, sanzioni economiche contro la Russia. In precedenza, la Russia ha anche esteso l’embargo alimentare alle merci occidentali fino al 2020.

La missione speciale di monitoraggio dell’OSCE in Ucraina ha confermato l’inizio del processo di allevamento di manodopera e attrezzature nell’area nell’area di Stanitsa Luganskaya, nonché l’inizio dello sminamento dell’area, secondo quanto riportato dal servizio stampa dell’OSCE SMM. Il rapporto della missione rileva che gli osservatori hanno registrato l’inizio del processo di allevamento nella zona di Stanitsa Luganskaya, il 26 giugno, i militari dell’Ucraina e l’RPL ha iniziato a lasciare le posizioni avanzate e la zona di riproduzione insieme alle armi, riferisce TASS. Gli osservatori dell’OSCE hanno promesso di continuare a monitorare la situazione. Alla vigilia, un rappresentante del RPL presso il Centro comune per il controllo e il coordinamento del regime di cessate il fuoco, Roman Ivanov, ha affermato che la separazione delle forze negli accordi di Minsk era iniziata sulla linea di contatto nell’area di Stanitsa Luganskaya.

Maria Kayumova specialmente per ANNA NEWS

Если вы нашли ошибку, пожалуйста, выделите фрагмент текста и нажмите Ctrl+Enter.

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется


Читайте нас на
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!
ANNA NEWS радио
ANNA-NEWS Радио
ANNA-NEWS Включить радио ANNA-NEWS Выключить радио
ANNA-NEWS Радио
ANNA-NEWS Радио
Наверх Наверх

Сообщить об опечатке

Текст, который будет отправлен нашим редакторам: