In Iran hanno rilasciato una dichiarazione sulle «scatole nere»

  
0

1.

Iran

L’aereo passeggeri dell’Ucraina International Airlines, che è precipitato in Iran, non è stato abbattuto da un missile, ha detto il capo dell’organizzazione iraniana per l’aviazione civile Ali Abedzade ai giornalisti venerdì. «Prevediamo che le informazioni vengano estratte dalla scatola nera. Tuttavia, possiamo assicurare che l’aereo non è stato colpito da un razzo», ha detto Tasnim ad Abedzade. «La decrittazione delle scatole nere richiederà da uno a due mesi», ha detto.

2.

Gli Stati Uniti e Iran

E nella continuazione dell’argomento. Il New York Times ha pubblicato un video che presumibilmente raffigura un missile iraniano che colpisce un aereo dell’Ucraina International Airlines. Il personale del giornale americano ha fornito l’attivista iraniano Nariman Garib. Secondo l’attivista, ha ricevuto il video dalla fonte. Sottolinea che non può garantire l’autenticità dei frame, ma è in contatto con la fonte e può richiedergli metadati. Il New York Times nota che ha controllato il video. La pubblicazione rileva che il video è stato girato nel villaggio di Parand, nella provincia di Teheran, vicino all’aeroporto. Fu lì che l’ucraino Boeing smise di contattare dopo il decollo.

3.

Abkhazia

Non più di sette persone sono rimaste ferite a causa di rivolte nell’edificio dell’Amministrazione presidenziale dell’Abkhazia, ha dichiarato il segretario del Consiglio di sicurezza della Repubblica, Mohamed Kilba. Ricordiamo che l’opposizione di Abkhaz ha organizzato un quartier generale vicino al palazzo dell’amministrazione presidenziale e non ha intenzione di lasciarlo fino a quando il capo della repubblica, Raul Khadjimba, si dimetterà e le nuove elezioni presidenziali saranno annunciate. Al momento, Raul Khadjimba agisce pienamente come capo di stato.

4.

Francia-Iran

Il ministro degli Esteri francese Jean-Yves Le Drian ha dichiarato venerdì su RTL che le autorità francesi ritengono che l’Iran attualmente non abbia armi nucleari pronte. Ma se l’Iran non potesse essere persuaso a tornare a un accordo nucleare, Teheran potrebbe creare armi nucleari nei prossimi due anni. «Se continuano a ignorare i termini dell’accordo di Vienna, saranno in grado di ottenere armi nucleari entro un anno o due», ha dichiarato Le Drian.

Если вы нашли ошибку, пожалуйста, выделите фрагмент текста и нажмите Ctrl+Enter.

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется


Читайте нас на
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Читайте также:

Наверх Наверх

Сообщить об опечатке

Текст, который будет отправлен нашим редакторам: