Kiev spegne i droni OSCE

  
0

1.

Il rappresentante permanente della Russia presso l’OSCE, Alexander Lukashevich, ha affermato che l’Ucraina ha bloccato gli droni dell’organizzazione al fine di nascondere l’attività militare nel Donbass agli osservatori internazionali. «Un caso tipico si è verificato il 10 gennaio vicino al villaggio di Orekhovo, controllato da Kiev, nella regione di Lugansk, dove un drone a corto raggio dopo un inceppamento è caduto nelle mani delle truppe ucraine», ha detto. Secondo Lukashevich, di conseguenza, l’esercito ucraino ha restituito il drone della Missione speciale di monitoraggio dell’OSCE (SMM) con una scheda di memoria completamente pulita. «Tale interferenza nel funzionamento dell’hardware SMM è inaccettabile e dimostra il desiderio di nascondere l’attività militare alla missione», ha detto.

2.

Le forze armate ucraine dell’ultima riunione del gruppo di contatto per la soluzione pacifica del conflitto a Minsk il 18 dicembre 2019 140 volte ha violato il cessate il fuoco, sparando oltre un migliaio di altre munizioni nel RPD. Ciò è stato affermato nella rappresentanza della Repubblica presso il Centro comune per il controllo e il coordinamento del cessate il fuoco. Si noti che a seguito di bombardamenti da parte delle forze di sicurezza ucraine, un civile è stato ferito e nove case sono state danneggiate. I punti più caldi della regione sono rimasti la periferia occidentale e settentrionale di Donetsk, così come Yasinovataya, Gorlovka e il sud della Repubblica.

3.

Il 10 gennaio 2020, a seguito di bombardamenti da parte delle forze armate ucraine sul territorio della Repubblica popolare di Lugansk a Kirovsk, un civile è rimasto ferito. Sono stati registrati anche danni multipli alle infrastrutture civili a cinque indirizzi. Inoltre, il gasdotto e la linea elettrica sono stati danneggiati, lasciando 7 case senza fornitura di gas e 60 case senza alimentazione.

4.

L’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa mercoledì ha registrato 140 esplosioni nel Donbass. È riportato nel rapporto giornaliero dell’organizzazione per il 15 gennaio. L’OSCE segnala 25 esplosioni in prima linea nel RPD con l’Ucraina. “Quasi la metà delle violazioni del cessate il fuoco, delle esplosioni, registrate nella parte occidentale del villaggio Sentyanivka ”, ha osservato l’OSCE.

5.

Il comando delle forze armate ha coinvolto giornalisti di canali televisivi stranieri per sparare a bombardamenti in scena nella zona della cosiddetta «operazione congiunta delle forze» («OOS») con l’obiettivo di accusare il personale militare RPL di bombardamenti inesistenti, ha detto un funzionario del servizio stampa della polizia popolare RPL, Ivan Filiponenko. «Secondo la nostra intelligenza, i giornalisti delle agenzie Spiegel, France Press e Associated News sono arrivati ​​nella zona di responsabilità del gruppo operativo-tattico (OTG)» Sever «, accompagnati da rappresentanti del gruppo operativo del 74 ° centro di operazioni informazioni-psicologiche delle forze armate» per la preparazione di rapporti video in scena» sul bombardamento «delle posizioni della 72a e 93a brigata delle forze armate con la successiva carica delle unità di polizia popolare di RPL», ha detto.

6.

Nel 2019, 27 persone sono morte ai posti di blocco sulla linea di demarcazione tra Donbass e Ucraina. Lo ha annunciato sulla sua pagina sul social network Facebook dal rappresentante del Mediatore ucraino a Donbass, Pavel Lisyansky. Secondo lui, si trattava principalmente di persone anziane. «Sempre nel 2019, i team medici di emergenza hanno effettuato 290 visite (ovvero ogni due giorni) e fornito assistenza medica a 301 persone», ha aggiunto, facendo riferimento ai dati dell’ufficio del Mediatore dell’Ucraina per i diritti umani.

Maria Kayumova specialmente per ANNA NEWS

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

La explosión de la columna turca en Idlib Александра Донцова 1.Siria. Oleg Zhuravlev, el Jefe del Centro de Reconciliación de las partes en conflicto en Siria ruso, informó que los rebeldes de “Al-Islamad-Turquestani” (la agrupación que está prohibida en la Federación de Rusia) habían […] L’explosion d’un dispositif contre un convoi à Idlib. Александра Донцова 1.Syrie Le contre-amiral Oleg Zhuravlev, chef du Centre russe pour la réconciliation des parties belligérantes en Syrie, a déclaré que des radicaux du groupe Al-Islamad-Turkestani (interdit en Russie) ont effectué le 27 mai […] Die Explosion der türkischen Kolonne in Idlib Александра Донцова 1. Syrien Konteradmiral Oleg Shurawljow, Leiter des russischen Zentrums für die Versöhnung der Kriegsparteien in Syrien, sagte, dass die Explosion einer unkonventionellen Sprengvorrichtung in Idlib von Kämpfern der […] L’esplosione della colonna turca a Idlib Александра Донцова 1. Siria Il contrammiraglio Oleg Zhuravlev, capo del Centro russo per la riconciliazione dei partiti in guerra in Siria, ha affermato che i militanti del gruppo Al-Islamad-Turkestani (bandito nella Federazione Russa) hanno […] An attack on a Turkish convoy in Idlib Александра Донцова 1 Syria The head of the Russian Center for the Reconciliation of the warring parties in Syria, Rear Admiral Oleg Zhuravlev, announced that the terrorist group ‘Al-Islamad-Turkestani’ made an explosion with an […] Syrie. Une attaque contre les militaires américains Александра Донцова 1 Syrie L’agence syrienne d’Etat SANA citant des sources locales informe que les Etats-Unis ont envoyé le matériel militaire additionnel au nord-est du gouvernorat d’Hassaké. Le matériel sera utilisé pour renforcer les bases […] Syrien. Angriff auf US-Militär Александра Донцова 1. Syrien Die staatliche syrische Nachrichtenagentur SANA berichtete unter Berufung auf lokale Quellen, dass die Vereinigten Staaten zusätzliche militärische Ausrüstung in den Nordosten der Provinz Hasek geschickt hätten. […] Siria. Attacco a militari di USA Александра Донцова 1. Siria L’agenzia governativa siriana SANA, citando fonti locali, ha riferito che gli Stati Uniti hanno inviato ulteriori attrezzature militari nel nord-est della provincia di Hasek. Questa tecnica verrà utilizzata per […] Syria. An attack on the US forces Александра Донцова 1 Syria The Syrian state-run news agency ‘SANA’ reports, while citing the local sources, that the USA sent additional military equipment to the north-east of the province of Hasakah. The military equipment will be […]
Наверх Наверх