L’Ucraina ha rifiutato di firmare la formula di Steinmeier

  
0

1. Afghanistan

L’esplosione nella città di Kalat, nel sud dell’Afghanistan, ha ucciso 12 persone, più di 60 sono rimaste ferite, riferisce Tolo News. Un ordigno esplosivo sparò in un’auto parcheggiata vicino all’ospedale centrale della città, tutti i morti: civili, pazienti e dottori. L’edificio è gravemente danneggiato, quindi i feriti vengono trasportati in cliniche private. Vicino al luogo dell’esplosione si trova anche la direzione nazionale della sicurezza (NDS). Secondo il canale, il movimento radicale talebano (illecito nella Federazione Russa) si è preso la responsabilità dell’esplosione. Ricordiamo che il 17 settembre i talebani, che hanno promesso di interrompere le elezioni presidenziali previste per la fine di settembre, hanno organizzato esplosioni a Kabul e nella provincia di Parwan, uccidendo 48 persone, 80 ferite.

2. EAU

Le autorità degli Emirati Arabi Uniti (EAU) hanno deciso di unirsi alla coalizione internazionale per garantire la sicurezza della navigazione marittima nel Golfo Persico, riferisce l’agenzia di stampa WAM degli Emirati Arabi Uniti. Il ministero degli Esteri degli Emirati Arabi Uniti ha affermato che l’obiettivo di questo passaggio è sostenere gli sforzi regionali e internazionali per combattere le minacce alla navigazione marittima e al commercio mondiale, nonché garantire la sicurezza energetica globale e l’approvvigionamento energetico. Pertanto, ora Stati Uniti, Australia, Bahrein, Gran Bretagna, Emirati Arabi Uniti e Arabia Saudita hanno già aderito all’associazione.

3. Russia-ONU

La Russia e la Cina hanno preparato all’esame del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite la loro versione di una risoluzione sul cessate il fuoco a Idlib. Secondo il documento, inizierà a funzionare da mezzanotte del 20 settembre, ma non si applicherà alle operazioni contro i terroristi. Il progetto può essere considerato giovedì. Allo stesso tempo, è prevista una discussione sull’opzione di una risoluzione comune di Belgio, Germania e Kuwait, secondo la quale tutte le parti dovranno cessare il fuoco il 21 settembre a mezzogiorno. Il documento chiede inoltre il rispetto del diritto internazionale umanitario e dell’accesso umanitario.

4. RPL

Il cavalcavia di Lugansk è stato danneggiato a causa di una forte esplosione, lo ha annunciato oggi il ministro degli Interni della RPL Igor Kornet. Secondo lui, questo cavalcavia ha un importante significato sociale e i prodotti a base di grano vengono trasportati attraverso di esso. Le auto del convoglio umanitario russo, arrivato oggi a Lugansk, avrebbero dovuto spostarsi lungo di esso. «L’attacco terroristico è stato realizzato facendo saltare in aria tre pilastri del ponte. Le strutture in cemento sono state parzialmente distrutte, ma il rinforzo ha resistito all’esplosione», ha detto Cornet. Attualmente, la Procura generale della RPL in collaborazione con l’MGB e il Ministero degli affari interni sta conducendo attività investigative e operative. Durante l’incontro della sede operativa, il presidente del governo RPL Sergey Kozlov ha incaricato le forze dell’ordine della Repubblica di rafforzare le misure per proteggere strutture strategicamente importanti.

Если вы нашли ошибку, пожалуйста, выделите фрагмент текста и нажмите Ctrl+Enter.

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется


Читайте нас на
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Читайте также:

ANNA NEWS радио
ANNA-NEWS Радио
ANNA-NEWS Включить радио ANNA-NEWS Выключить радио
ANNA-NEWS Радио
ANNA-NEWS Радио
Наверх Наверх

Сообщить об опечатке

Текст, который будет отправлен нашим редакторам: