La Cina imporrà sanzioni contro le compagnie statunitensi

  
0

Il portavoce del ministero degli Esteri Gen Shuang ha detto che le compagnie cinesi avrebbero impedito ogni contatto con le corporazioni statunitensi coinvolte nelle spedizioni di armi a Taiwan, riferisce TASS. In precedenza, il ministero degli esteri della Cina ha annunciato le intenzioni di Pechino di garantire che gli interessi nazionali e la sicurezza nazionale impongano sanzioni contro le società statunitensi coinvolte nelle forniture di armi a Taiwan. Ricordiamo che gli Stati Uniti hanno deciso di vendere 108 carri armati M1A2 Abrams e 250 sistemi di difesa aerea portatili Stim-92 Stinger a Taiwan, così come le relative attrezzature per un totale di oltre $ 2 miliardi.

Il capo del portale RIA Novosti Ucraina, Kirill Vyshinsky, potrebbe essere rilasciato dall’arresto lunedì, ha detto il portavoce del procuratore generale dell’Ucraina Larisa Sargan. Lunedì, il tribunale distrettuale di Podolsky di Kiev prenderà in considerazione il caso di un giornalista. Per sostenerlo, Tatyana Moskalkova, il commissario per i diritti umani in Russia, è arrivata in Ucraina. Richiamo Vyshinsky è stato arrestato a Kiev il 15 maggio 2018 con l’accusa di tradimento e sostegno alle repubbliche autoproclamate del Donbass. Il giornalista rischia fino a 15 anni di carcere.

A Hong Kong, ci sono stati importanti scontri tra polizia e manifestanti contro un progetto di estradizione verso la terraferma, secondo Interfax, citando Bloomberg. Secondo l’agenzia, a seguito di scontri tra manifestanti e polizia nel centro commerciale suburbano di Hong Kong, sono state arrestate 37 persone. Durante le rivolte, 11 poliziotti e 28 civili che hanno partecipato alle proteste sono rimasti feriti. Domenica scorsa, secondo varie fonti, da 30mila a 100mila persone hanno partecipato a manifestazioni a Hong Kong chiedendo le dimissioni del capo dell’amministrazione della regione amministrativa speciale della Cina, Cary Lam.

Militanti hanno sparato contro il villaggio di Kharab-El-Khizato, nella provincia siriana di Latakia, durante un briefing al capo del Centro russo per la conciliazione delle parti belligeranti nella RAS, il generale Alexei Bakin, sottolineando che gruppi armati illegali in Siria continuano a violare il cessate il fuoco. Ha anche detto che l’esercito russo ha organizzato tre azioni umanitarie nei villaggi di Latakia, Deir Ez-Zor e Aleppo.

Il Segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha rilasciato una dichiarazione in cui afferma che la questione del mantenimento del trattato sull’eliminazione dei missili a raggio intermedio e a raggio più corto (INF) dipende solo dalla Russia. Ha anche invitato la parte russa a mantenere il trattato, affermando che altrimenti «la sola responsabilità» per la «limitazione» del trattato sull’infrastrazione dell’influenza sarebbe quella di Mosca. Secondo lui, senza il trattato INF «il mondo diventerà meno stabile», riferisce RIA Novosti. Il segretario generale della NATO ha detto che Mosca dovrebbe «cogliere l’ultima possibilità».

Le dichiarazioni europee di adesione al piano d’azione globale congiunto (IFAP) sul programma nucleare iraniano non sono sufficienti per mantenere questo accordo, ha detto il ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif. Secondo lui, a Teheran «non vedono alcun provvedimento pratico da parte dei paesi dell’UE per raggiungere queste intenzioni». Domenica scorsa, Germania, Francia e Regno Unito hanno emesso una dichiarazione congiunta che esprimeva preoccupazione per l’accordo atomico iraniano e ha invitato Teheran a cancellare la recente decisione di aumentare il livello di arricchimento dell’uranio al di sopra del 3,67%, che viola le condizioni del SAPI per il programma nucleare, oltre a promuovere de-escalation della situazione nel Golfo Persico.

Maria Kayumova specialmente per ANNA NEWS

Если вы нашли ошибку, пожалуйста, выделите фрагмент текста и нажмите Ctrl+Enter.

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Читайте нас на
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Medici militari della Federazione Russa a Stepanakert Александра Донцова 1. Siria L’esercito russo ha condotto una pattuglia nella provincia di Al-Hasakah, nel nord-est della Siria. Lo ha annunciato il comandante del plotone della polizia militare, il tenente Alexei Fadeev. Si noti che il percorso […] Итоги недели 5 декабря 2020 года Влад Николаев В Минобороны РФ сообщили, что российские миротворцы обеспечивают безопасность движения автотранспорта и перемещения граждан по Лачинскому коридору в Нагорном Карабахе. «Миротворцы обеспечивают безопасность движения […] Главное на вечер 4 декабря 2020 года Влад Николаев Российские военные провели патрулирование в провинции Эль-Хасака на северо-востоке Сирии. Об этом сообщил командир взвода военной полиции лейтенант Алексей Фадеев. Отмечается, что маршрут патрулирования проходил от […] Médecins militaires russes à Stepanakert Александра Донцова 1 Syrie Les militaires russes ont réalisé une patrouille dans le gouvernorat d’Hassaké dans le nord-est de la Syrie, informe le chef d’une section de la police militaire, le lieutenant Alexei Fadeev. L’itinéraire passait de […] The Russian military medics in Stepanakert Александра Донцова 1 Syria The commander of a Russian military police platoon, Lieutenant Alexei Fadeev, reported that the Russian military conducted a patrol in the Hasakah province, in north-east of Syria. It was noted that the patrol route […] Militärärzte der Russischen Föderation in Stepanakert Александра Донцова 1. Syrien Das russische Militär führte Patrouille in der Provinz al-Hasaka im Nordosten Syriens durch. Dies wurde vom Kommandeur der Militärpolizei, Leutnant Alexei Fadeew, angekündigt. Es wird angemerkt, dass die […]
Наверх Наверх

Сообщить об опечатке

Текст, который будет отправлен нашим редакторам: