La difesa aerea siriana ha respinto un attacco missilistico dal Libano

  
0

1. Siria

I sistemi siriani di difesa aerea hanno respinto un attacco missilistico contro strutture militari nella provincia di Hama, inflitto dallo spazio aereo libanese, secondo quanto riferito da una fonte militare. Secondo l’agenzia siriana SANA, i cannonieri antiaerei siriani sono riusciti a colpire uno dei missili, che si stava muovendo verso l’obiettivo dallo spazio aereo del vicino Libano, riferisce TASS. Segnalato anche forti esplosioni nella città di Masyaf. Giovedì, sono apparse notizie che la Russia aveva disattivato i suoi sistemi S-400 nel Siria Masyaf dopo che i sistemi S-300PM-2 schierati dalla Siria nell’ottobre 2018 erano stati messi in allerta.

2. RPDC

Le forze armate della Corea del Nord hanno lanciato un nuovo lancio di due missili di tipo sconosciuto in direzione del Mar del Giappone, secondo quanto riferito da Interfax citando l’agenzia Renhap. Secondo i Chief of Staff della Corea del Sud, i proiettili lanciati nella città nordcoreana di Toccheon hanno volato per 230 chilometri, sviluppando una velocità di 6,1 numeri Mach, che corrisponde alla velocità delle armi ipersoniche. Più tardi, l’Ufficio del Presidente della Corea del Sud fece appello alla RPDC con una richiesta di fermare il lancio di «proiettili non identificati». Seoul ha avvertito la parte nordcoreana che i continui lanci di missili potrebbero intensificare le tensioni nella penisola coreana. A sua volta, un portavoce del Comitato RPDC per la riunificazione pacifica della Patria ha dichiarato che Pyongyang non ha intenzione di proseguire i negoziati con Seoul, in quanto «inutile» a causa delle esercitazioni militari congiunte in corso negli Stati Uniti e nella Corea del Sud.

3. Cina

Le forze di opposizione prevedono di organizzare nuove manifestazioni in diverse aree di Hong Kong nei prossimi tre giorni, riferisce TASS. Ciò è dimostrato dai messaggi pubblicati sui social network e sui media locali. In particolare, una grande manifestazione è prevista per domenica nella zona di Causeway Bay sull’isola di Hong Kong. Gli organizzatori della manifestazione dell’organizzazione democratica Fronte Civile per Diritti Umani prevedono di riunire fino a 300 mila persone per partecipare alla manifestazione. Le proteste di massa continuano a Hong Kong per più di due mesi. Sono diretti contro il disegno di legge avviato dalle autorità locali sulla creazione di un meccanismo per l’estradizione da Hong Kong alla Cina continentale per perseguire le persone sospettate di violare le leggi della RPC o ricercate.

4. India-Pakistan

Quattro militari pakistani sono morti il ​​giorno scorso durante scontri nella contesa regione del Kashmir, al confine con l’India, riferisce RIA Novosti citando una dichiarazione dell’esercito pakistano. Gli scontri che sono iniziati giovedì «hanno portato a numerosi feriti e danni alle fortificazioni», hanno detto i funzionari della difesa pakistana. Si presume che la parte indiana sia stata l’iniziatore della sparatoria. Le vittime del fuoco di ritorno dal Pakistan erano cinque combattenti dell’esercito indiano. Nuova Delhi nega la veridicità di queste informazioni. Ricordiamo, il 5 agosto, il presidente dell’India Ram Nath Kovind ha firmato un decreto che abolisce lo status speciale di Jammu e Kashmir, sancito dall’articolo 370 della legge principale del paese. Successivamente, il Pakistan ha abbassato le relazioni diplomatiche con l’India e ha deciso di fare appello al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.

главное за суткиновости днясобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Un hélicoptère Mi-28N s’est écrasé Александра Донцова 1 Syrie La Défense russe a rapporté qu’en Syrie, dans la zone voisine du front, à quelques dizaines de kilomètres à l’ouest de la localité de Kamychly, la 15e patrouille conjointe de la police militaire russe et des forces […] Der Hubschrauber Mi-28N stürzte ab. Александра Донцова 1. Syrien Das russische Verteidigungsministerium berichtete, dass die fünfzehnte gemeinsame Patrouille der russischen Militärpolizei und der türkischen Streitkräfte die Arbeiten in einem Grenzgebiet in Syrien abgeschlossen […] L’elicottero Mi-28N si è schiantato Александра Донцова 1. Siria Il ministero della Difesa russo ha riferito che la quindicesima pattuglia congiunta della polizia militare russa e delle forze armate turche ha completato i lavori in Siria in una zona di confine situata diverse […] El helicóptero Mi-28N se estrelló Александра Донцова 1.Siria El Ministerio de Defensa de la Federación de Rusia informó que en Siria, en la región fronteriza situada a varias decenas de kilómetros al oeste del lugar poblado de Kamyshli había concluido su labor la patrulla […] A Mi-28N helicopter crashed Александра Донцова 1 Syria The Russian Ministry of Defense reported that the 15th joint patrol of the Russian military police and the Turkish forces in the Syrian border area, a few tens of kilometers west of the village of Qamishli, has ended. […] Damas va récuperer la souveraineté sur des territoires Александра Донцова 1 Kazakhstan La déclaration finale de la rencontre internationale sur la Syrie à Noursoultan dit que les pays-garants du processus d’Astana – la Russie, la Turquie et l’Iran – ont rejeté des initiatives visant la création […] Damaskus will die Souveränität über die Gebiete wiedererlangen Александра Донцова 1. Kasachstan In der Abschlusserklärung zum internationalen Syrien-Treffen in Nur Sultan hieß es, dass die Schutzmächte des Astana-Prozesses – Russland, die Türkei und der Iran – die Initiative zur Schaffung unter dem […] Damasco intende riconquistare la sovranità sui territori Александра Донцова 1.Kazakistan La dichiarazione finale sull’incontro internazionale sulla Siria a Nur Sultan afferma che i paesi garanti del processo di Astana Russia, Turchia e Iran hanno respinto l’iniziativa di creare un […] Damasco tiene intenciones de recuperar la soberanía sobre los territorios Александра Донцова 1.Kazajstán Después de la reunión internacional sobre Siria celebrada en Nur Sultan, los países garantes del proceso de Astaná, en particular, Rusia, Turquía e Irán rechazaron la iniciativa de crear un gobierno autónomo en […]
Наверх Наверх