Nel Donbass hanno completato il diviso di forze nell’area di Zolotoy

  
0

Il capo dell’ufficio del rappresentante RPL nel Centro comune per il controllo e il coordinamento del cessate il fuoco (JCCC) Mikhail Filiponenko ha dichiarato che il ritiro delle forze e delle attrezzature sulla linea di contatto nel distretto di Zolotoy è stato completato, informa il centro informazioni di Lugansk. «Stiamo aspettando informazioni dalla missione OSCE sulla situazione con l’allevamento dalla parte ucraina», ha detto Filiponenko.

In Egitto, sono iniziati gli esercizi militari congiunti russo-egiziano «Freccia di amicizia-2019», che dureranno fino al 7 novembre. Questi sono i primi esercizi congiunti di difesa aerea russo-egiziana. Da parte russa, sono coinvolti nei calcoli del distretto militare meridionale. Gli esercizi coinvolgono i sistemi missilistici di difesa aerea Buk-M2E, Tor-M2E, S-125 Pechora di fabbricazione russa (SAM) su un passo, i sistemi missilistici di difesa aerea Cub su telaio cingolato, le armi semoventi Shilka-M4 e anche SUV militari per cannonieri antiaerei sistemi di difesa aerea portatili «Igla-S».

Secondo il Ministero della Difesa turco, la polizia militare delle Forze armate russe per la prima volta ha fatto una pattuglia congiunta con l’esercito turco nell’area del confine settentrionale della Siria come parte dell’attuazione degli accordi raggiunti a Sochi il 22 ottobre. Un convoglio di truppe russe e turche ha lasciato la Derbesia venerdì a mezzogiorno. Il percorso sarà lungo 110 km. La velocità della colonna è di 40-60 km. Il convoglio è composto da cinque veicoli militari russi e quattro turchi. Inoltre, l’edizione turca di Yeni Safak ha riferito venerdì che la Turchia ha trasferito pesanti attrezzature militari al confine con la Siria, che prenderà parte a pattuglie comuni.

Il presidente dell’Ucraina Vladimuir Zelensky ha annunciato la data di inizio della separazione delle forze nell’area dell’insediamento di Petrovskoye nel Donbass, a condizione che il regime del silenzio venga mantenuto lì per una settimana. «Se tutto è al sicuro a Petrovsky per una settimana, sai che ci deve essere silenzio per sette giorni, quindi il 4 novembre dovremmo iniziare l’allevamento a Petrovsky», ha detto Zelensky a RIA Novosti. La dichiarazione è stata resa durante un briefing congiunto con il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg a Kiev.

Secondo quanto riferito da RIA Novosti, i distaccamenti armati curdi hanno lasciato la loro base militare con un campo di addestramento e un posto di blocco della polizia asaish nel nord della provincia di Raqqa, alla periferia di Ain Issa. La base si trova vicino all’autostrada M4, a ovest del campo profughi abbandonato di Ain Issa. A sua volta, il comando della coalizione curdo-araba Syrian Democratic Forces (SDS) ha annunciato l’accordo con la parte russa sul ritiro delle sue forze dal confine tra Siria e Turchia, conformemente al memorandum di Sochi. «La SDS ridistribuirà le sue forze in nuove posizioni nella Siria nord-orientale, deviandole dal confine turco-siriano in conformità con le disposizioni del memorandum al fine di fermare lo spargimento di sangue e proteggere gli abitanti della regione dagli attacchi turchi», afferma il rapporto.

A seguito del voto, che si è svolto martedì sera, la Camera dei Comuni del parlamento britannico ha approvato un disegno di legge proposto dal governo conservatore. Per lo svolgimento delle elezioni anticipate, hanno votato 438 persone, solo 20 deputati si sono dichiarati contrari, 181 si sono astenuti. Le elezioni parlamentari anticipate si terranno nel Regno Unito il 12 dicembre.

Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Proteste in Weißrussland Александра Донцова 1. Weißrussland In Weißrussland gehen die Proteste weiter, die nach den Präsidentschaftswahlen begannen. Die Nachrichtenagentur TASS berichtete, dass es der Polizei nach sieben Stunden Konfrontation mit den Demonstranten […] Manifestations en Biélorussie Александра Донцова 1.Biélorussie Des manifestations ont éclaté en Biélorussie à l’issue de la présidentielle. Selon l’agence TASS, après sept heures d’affrontements avec des manifestants, la police a réussi à les faire sortir des rues de […] Proteste in Bielorussia Александра Донцова 1. Bielorussia In Bielorussia continuano le proteste, iniziate dopo le elezioni presidenziali. L’agenzia di stampa TASS ha riferito che dopo sette ore di confronto con i manifestanti, la polizia è riuscita a cacciarli […] Las protestas en Belarús Александра Донцова 1.Belarús En Belarús siguen realizándose las protestas, que comenzaron después de las elecciones presidenciales. La agencia TASS informó que después de siete horas de enfrentamientos con los manifestantes, la policía logró […] Protests in Belarus Александра Донцова 1 Belarus The demonstrations that began after the presidential elections in Belarus continue. The ‘TASS’ news agency reported that after 7 hours of confrontation with the protesters — the police managed to […] Elections en Biélorussie. Manifestations à Beyrouth Александра Донцова 1 Liban Des protestations ont eu lieu à Beyrouth. Les manifestants demandent la démission du président, du président du parlement et du premier-ministre. Samedi, au centre de la ville une manifestation antigouvernementale a […]
Наверх Наверх