Nel Donbass inizia il ritiro delle truppe nell’area di Zolotoe

  
0

1. Donbass

I combattenti del reggimento di volontari di Azov hanno preso posizione vicino al villaggio di Zolotoe nel Donbass, secondo un video messaggio del capo dell’unità, ex vice della Verkhovna Rada Andrei Biletsky. 7 ottobre, in conformità con gli accordi di Minsk, le truppe ucraine devono lasciare Zolotoe. Secondo Biletsky, i militanti hanno fatto un simile passo su invito dei residenti locali, che presumibilmente temono di essere nella «zona grigia» dopo il ritiro delle truppe ucraine. «Se il presidente e le autorità non adempiono al loro dovere diretto di proteggere ogni centimetro di terra ucraina, allora noi veterani volontari lo faremo di nuovo», ha affermato l’appello di Biletsky. fondi negli insediamenti di Zolotoye e Petrovskoye, il processo dovrebbe iniziare il 7 ottobre. Il ritiro delle truppe è una delle condizioni per il nuovo vertice dei Norman Four.

2. USA

Il centro analitico del governo americano RAND Corporation ha pubblicato un rapporto sulla strategia di contenere la Russia nella regione del Mar Nero, secondo quanto riferito da RIA Novosti. Secondo gli autori del rapporto, al fine di contrastare la «crescente influenza russa» nella regione del Mar Nero, è necessario dispiegare sistemi di difesa aerea e sistemi missilistici costieri in Romania e Bulgaria. Altre misure includono l’espansione delle esercitazioni NATO nella regione e il contributo allo sviluppo delle capacità di difesa di Ucraina e Georgia.

3. Siria

Le forze statunitensi non sosterranno l’operazione militare che Ankara intende effettuare nel nord della Siria, secondo un comunicato della Casa Bianca rilasciato dopo una conversazione telefonica tra i presidenti degli Stati Uniti e della Turchia Donald Trump e Recep Tayyip Erdogan. «Le forze statunitensi che hanno sconfitto il» califfato «locale dello Stato islamico (l’organizzazione terroristica è vietata nella Federazione Russa) non saranno più nelle immediate vicinanze», afferma la nota. Allo stesso tempo, la Casa Bianca ha sottolineato che ora la Turchia sarà responsabile di tutti i militanti dell’IS catturati negli ultimi due anni dopo la sconfitta del gruppo terroristico. Ricordiamo, Erdogan ha affermato in precedenza che la Turchia intende eseguire autonomamente un’operazione per creare una zona di sicurezza in Siria.

4. Siria

Gli Stati Uniti hanno iniziato a ritirare le loro truppe dalle regioni settentrionali della Siria, ha detto lunedì il presidente turco Recep Tayyip Erdogan. Ha notato che Ankara potrebbe iniziare un’operazione in Siria in qualsiasi momento. In precedenza, la Casa Bianca riferì che gli Stati Uniti non avrebbero sostenuto o partecipato a una possibile operazione turca nel nord della Siria, e notificato anche il comando delle forze democratiche siriane curde (SDS) che le forze americane non avrebbero protetto i curdi dalle forze armate turche.

главное за суткиитого дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

«La guerre de visas» Александра Донцова 1.Syrie. La centrale hydroélectrique d’Al-Ba’ath, située dans le gouvernorat syrien de Raqqa, est en cours de restauration, a déclaré un officier du Centre russe pour la réconciliation des parties belligérantes en […] „Visakrieg“ Александра Донцова 1. Syrien In Nordsyrien, in der Provinz Raqqa, wird das strategisch wichtige Wasserkraftwerk Al- Baath restauriert. Dies wurde von einem Offizier des Zentrums für die Aussöhnung der Kriegsparteien der Russischen Föderation […] «La guerra dei visti» Александра Донцова 1. Siria Nel nord della Siria, nella provincia di Raqqa, viene ripristinata la centrale idroelettrica di importanza strategica di Al-Ba’ath. Lo ha affermato un ufficiale del Centro per la riconciliazione delle parti in […] Una “guerra de visados” Александра Донцова 1.Siria Vladimir Varnavsky, el oficial del Centro de reconciliación de las partes en conflicto de la Federación de Rusia, declaró que en el norte de Siria, en la provincia de Raqqa se estaba restableciendo una central […] »Visa war» Александра Донцова 1 Syria “The repair of the strategically important »Al-Ba’ath» hydroelectric power station, located in north of Syria, in the province of Raqqah, has begun” — Vladimir Barnavsky, an officer of the […] Fake dans un article de The New York Times Александра Донцова 1 Russie Lundi, le porte-parole de la Défense russe, général-major Igor Konachenkov a déclaré que l’information sur le bombardement d’un camp de réfugiés en Syrie par l’aviation russe en août 2019, publiée par The New York […] Fälschung im Artikel von The New York Times Александра Донцова 1. Russland Der Sprecher des russischen Verteidigungsministeriums, Generalmajor Igor Konaschenkow, sagte am Montag, dass die Informationen über die Bombardierung des syrischen Flüchtlingslagers durch die Luft- und […] Articolo falso sul New York Times Александра Донцова 1.Russia Il portavoce del generale di difesa russo Igor Konashenkov ha dichiarato lunedì che le informazioni sui bombardamenti del campo profughi siriano in Siria nell’agosto 2019, che sono state pubblicate sul New York […] Un engaño en el artículo de The New York Times Александра Донцова 1.Rusia El lunes Igor Konashenkov, el representante oficial del Ministerio de Defensa de la Federación de Rusia, General de División, declaró que la información sobre el bombardeo del campo de refugiados en Siria de la Fuerza […]
Наверх Наверх