Pakistan ha testato un missile balistico

  
0

Le forze armate pakistane hanno testato il missile balistico Ghaznavi, in grado di trasportare vari tipi di testate, comprese quelle nucleari, a una distanza massima di 290 km. Lo ha annunciato oggi un portavoce delle forze armate del Paese, il maggiore generale Asif Gafur su Twitter. I test si sono svolti sullo sfondo del recente deterioramento delle relazioni tra India e Pakistan. Ricordiamo, il 5 agosto, Nuova Delhi ha deciso di privare Jammu e Kashmir di uno status speciale e ha introdotto il controllo diretto sul suo territorio. Islamabad ha criticato questa decisione, considerandola una minaccia alla pulizia etnica e religiosa. Le autorità pakistane hanno declassato le relazioni diplomatiche con l’India, vietato il commercio reciproco e interrotto i collegamenti ferroviari e di autobus con l’India.

Il secondo pacchetto di sanzioni statunitensi contro la Russia in relazione all’affare Skripals è entrato in vigore negli Stati Uniti a mezzanotte di lunedì. Il secondo pacchetto di sanzioni nel quadro della legge «Sul controllo delle armi chimiche e biologiche» dovuto al «caso Skripal» è stato messo in atto, poiché Mosca, secondo Washington, non gli ha fornito le garanzie richieste dalla legge per il non utilizzo di armi chimiche e biologiche, riferisce RIA Novosti». Il nuovo pacchetto di sanzioni include restrizioni all’emissione di tutti i prestiti o altra assistenza finanziaria e tecnica alla Russia da parte di organizzazioni finanziarie internazionali come la Banca mondiale e il FMI. Inoltre, gli Stati Uniti rafforzeranno le licenze per la vendita della Federazione Russa di una serie di beni e tecnologie; vieterà alle banche statunitensi di partecipare al mercato primario per il debito in valuta sovrana russa e di emettere prestiti al governo russo.

Il presidente francese Emmanuel Macron, a seguito di un vertice del G7 dei paesi che si è concluso lunedì, ha dichiarato che l’incontro dei leader di paese nel «formato normanno» si terrà a settembre. «Ci riuniremo a settembre a livello di capi di stato e di governo in formato normanno», ha dichiarato Macron in una conferenza stampa. Ha notato che ha iniziato a discutere di questo problema durante un incontro con il leader russo Vladimir Putin circa una settimana fa a Bregancon. Secondo lui, il presidente della Federazione Russa ha poi sostenuto l’idea di tenere un tale incontro. Tuttavia, Macron non ha specificato dove si terrà questo incontro. La dichiarazione dei capi di stato e di governo del G-7 afferma che Parigi e Berlino sperano di ottenere risultati concreti a seguito dei risultati del vertice previsto per settembre in formato normanno.

Il comando turco ha trasferito una colonna di veicoli blindati al confine siriano nell’area del Centro operativo congiunto turco-americano. Lo ha riferito lunedì TASS, citando Turk della CNN. Il convoglio consisteva di carri armati, veicoli blindati e camion di munizioni. Ai fini del trasferimento di truppe non è stato riferito, tuttavia, il comando turco negli ultimi mesi ha costantemente aumentato la presenza di truppe al confine con la Siria. Ricordiamo, Ankara ha ripetutamente annunciato la preparazione di una nuova operazione militare in Siria a est dell’Eufrate. Quest’area è attualmente controllata da unità di autodifesa curde che sono riconosciute come terroriste in Turchia. Nonostante il supporto degli Stati Uniti alle truppe curde, Ankara ha ripetutamente affermato che la loro presenza in prossimità del confine turco minaccia la sua sicurezza.

Nella città di Jalalabad, nell’Afghanistan orientale, si è verificata un’esplosione vicino al Consolato Generale del Pakistan, che ha ferito almeno tre persone, tra cui un ufficiale di polizia. Lo ha riferito il ministero degli Esteri pakistano. Nessuno degli impiegati del consolato pakistano è rimasto ferito. Ha sottolineato che gli ufficiali consolari sono in contatto con le autorità afghane per rafforzare la sicurezza della struttura e del personale della missione diplomatica.

Rapid Trident-2019 («Tridente rapido») esercitazioni militari multinazionali su larga scala si terranno in Ucraina, a cui prenderanno parte più di 3.500 militari provenienti da 14 paesi della NATO e partner di blocco, secondo quanto riferito dal comando dell’esercito americano in Europa. «Circa 3.700 truppe provenienti da 14 paesi alleati e partner, tra cui quasi 375 truppe statunitensi e specialisti civili, prenderanno parte agli esercizi», ha riferito il comando dell’esercito americano in Europa su Twitter. Le esercitazioni si terranno dal 13 al 28 settembre presso il Centro internazionale per il mantenimento della pace e la sicurezza dell’Accademia nazionale delle forze di terra vicino a Leopoli.

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

The deputy Iranian Foreign Minister discussed the nuclear deal in Beijing Александра Донцова 1 China On Monday, the ‘IRNA’ reported that the Iranian Deputy Foreign Minister Abbas Aragchi and the Chinese Deputy Foreign Minister Ma Zhaoxu negotiated in Beijing. They discussed the nuclear deal. The meeting […] Le vice-chef de la Diplomatie iranienne a discuté de l’accord nucléaire à Pékin Александра Донцова 1 Chine Lundi, l’agence IRNA informe que le vice-chef de la Diplomatie iranienne Abbas Aragchi et son homologue chinois Ma Zhaoxu ont discuté à Pékin de l’accord nucléaire. La réunion ministérielle de la commission conjointe […] Der iranische Außenminister erörterte in Peking das Atomabkommen Александра Донцова 1. China Die IRNA berichtete am Montag, dass der stellvertretende iranische Außenminister Abbas Aragtschi und der stellvertretende chinesische Außenminister Ma Zhaoxu in Peking Gespräche über ein Atomabkommen geführt hätten. […] Il ministro degli Esteri iraniano ha discusso un accordo nucleare a Pechino Александра Донцова 1. Cina L’IRNA ha riferito lunedì che il vice ministro degli Esteri iraniano Abbas Aragchi e il vice ministro degli Esteri cinese, Ma Zhaoxu, hanno tenuto colloqui a Pechino per discutere di un accordo nucleare. È stata […] El Viceministro de Relaciones Exteriores de Irán negoció el acuerdo nuclear en Pequín Александра Донцова 1. China La agencia IRNA informa que Abbas Aragchi, el Viceministro de Relaciones Exteriores de Irán, y Ma Zhaoxuy, el Viceministro de Relaciones Exteriores de China, se reunieron en Pequín donde ellos examinaron el acuerdo […] Les forces armées de l’Ukraine empêchent le travail de la Mission spéciale d’observation de l’OSCE Александра Донцова 1. Les forces armées de l’Ukraine ont utilisé des stations de lutte radioélectronique pour créer des obstacles aux drones de la Mission spéciale d’observation de l’OSCE près des villages de Stepanovka et Oumanskoe. C’est ce […] Streitkräfte der Ukraine behindern die Arbeit der OSZE-Sonderbeobachtermission Александра Донцова 1. Die ukrainischen Streitkräfte nutzten elektronische Kampfstationen, um die Arbeit unbemannter Luftfahrzeuge der OSZE-Sonderbeobachtermission in den Dörfern Stepanowka und Umanskoje zu behindern. Dies teilte ein Beamter des […] Le forze armate ucraine ostacolano il lavoro della Missione speciale di monitoraggio dell’OSCE Александра Донцова 1. Le forze armate ucraine hanno utilizzato stazioni di guerra elettroniche per ostacolare il funzionamento dei veicoli aerei senza pilota della Missione speciale di monitoraggio dell’OSCE nei villaggi di Stepanovka e […] La Fuerza Armada de Ucrania obstaculice la labor de la Misión Especial de Observación de la OSCE Александра Донцова 1. Ivan Filiponenko, el oficial de la oficina de prensa del Mando de la Milicia Popular de la República Popular de Lugansk, informó que la Fuerza Armada de Ucrania utilizaba las estaciones de la guerra electrónica para […]
Наверх Наверх