Riassunto delle notizie, il 16 ottobre 2019

  
0

1. Siria

Un aereo militare non identificato ha attaccato e distrutto completamente una colonna di equipaggiamento militare delle forze governative siriane nella periferia di Manbij, nel nord del paese, riferisce Bloomberg. Altri dettagli non sono ancora stati forniti. Martedì, l’esercito siriano è stato in grado di stabilire il controllo completo sulla città di Manbij e assumere posizioni sulla linea di contatto con l’opposizione armata siriana della coalizione Scuso di Eufrate. Non sono state registrate sparatorie tra l’esercito siriano e i militanti che partecipano all’operazione turca Fonte di pace nel nord della Siria.

2. Russia-ONU

Il vice segretario generale delle Nazioni Unite per gli affari legali Miguel de Serpa Suaresh ha sostenuto la posizione della Russia sulla violazione da parte degli Stati Uniti degli obblighi assunti in base all’accordo sulla sede delle Nazioni Unite, ha affermato il vice ambasciatore russo presso l’ONU Gennady Kuzmin. Secondo il diplomatico russo, Mosca è stata in grado di convincere una vasta gamma di paesi del fallimento da parte degli Stati Uniti nell’adempiere ai propri obblighi ai sensi dell’accordo sulla sede delle Nazioni Unite. Inoltre, come ha sottolineato il diplomatico, «il vice segretario generale delle Nazioni Unite durante la riunione del comitato ha effettivamente sostenuto la nostra posizione», che «consiste nel fatto che gli Stati Uniti hanno violato i propri obblighi in materia di visti». Kuzmin ha osservato che la questione della violazione da parte degli Stati Uniti degli obblighi in materia di visti può essere risolta in un tribunale internazionale.

3. Spagna

Massicci scontri tra manifestanti e forze dell’ordine fuori dagli edifici del governo spagnolo in Catalogna a Barcellona, ​​Lleida e Girona. I manifestanti a Barcellona, ​​dove secondo la polizia hanno raccolto circa 40 mila persone, stanno cercando di sfondare nell’edificio del governo spagnolo in Catalogna, di fronte al quale c’è un cordone di polizia, bombardano la polizia con bottiglie, petardi e altri oggetti. La polizia sta cercando di respingere i manifestanti con manganelli e proiettili di gomma. Diverse persone sono detenute. Le proteste in Catalogna sono iniziate lunedì dopo che la Corte Suprema ha condannato i politici catalani al loro coinvolgimento in un referendum sull’indipendenza illegale nel 2017. Lunedì circa 70 agenti delle forze dell’ordine e 131 manifestanti sono rimasti feriti negli scontri.

4. Ucraina

L’Ufficio nazionale anticorruzione dell’Ucraina ha aperto un procedimento penale contro l’ex procuratore generale Yuriy Lutsenko, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa ucraina. È sospettato di negligenza. Lutsenko potrebbe affrontare fino a tre anni di carcere. Il caso è stato aperto dopo la decisione del tribunale Solomensky di Kiev, che ha obbligato a indagare su possibili crimini del procuratore generale dell’Ucraina. In precedenza, l’Ufficio di indagine statale dell’Ucraina ha aperto un procedimento penale contro Lutsenko sul fatto di un possibile abuso di posizione ufficiale. Il caso è stato aperto a seguito di una dichiarazione del presidente della fazione parlamentare «Servo del popolo» David Arahamia, che ha accusato Lutsenko di avere legami con un’attività di gioco d’azzardo sotterranea.

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Новости на 12:00 11 августа 2020 года Влад Николаев Газета Times of India сообщила, что военнослужащие Пакистана в понедельник вечером подвергли обстрелу из стрелкового оружия и минометов ряд районов в секторе Пунч на линии контроля, вновь нарушив соглашение о прекращении огня […] Главное на утро 11 августа 2020 года Влад Николаев В Белоруссии продолжаются протесты, которые начались после выборов президента. Агентство ТАСС сообщило, что после семи часов противостояния с протестующими, милиции удалось вытеснить их с улиц Минска. Для разгона протестующих […] Elections en Biélorussie. Manifestations à Beyrouth Александра Донцова 1 Liban Des protestations ont eu lieu à Beyrouth. Les manifestants demandent la démission du président, du président du parlement et du premier-ministre. Samedi, au centre de la ville une manifestation antigouvernementale a […] Wahlen in Weißrussland. Proteste in Beirut Александра Донцова 1. Libanon In Beirut fanden Proteste statt. Demonstranten fordern den Rücktritt des Präsidenten, des Sprechers und des Premierministers. Am Samstag fand im Zentrum von Beirut eine regierungsfeindliche Demonstration statt, die […] Wahlen in Weißrussland. Proteste in Beirut Александра Донцова 1. Libanon In Beirut fanden Proteste statt. Demonstranten fordern den Rücktritt des Präsidenten, des Sprechers und des Premierministers. Am Samstag fand im Zentrum von Beirut eine regierungsfeindliche Demonstration statt, die […] Elezioni in Bielorussia. Proteste a Beirut Александра Донцова 1.Libano Le proteste si sono svolte a Beirut. I manifestanti chiedono le dimissioni del presidente, del presidente e del primo ministro. Secondo quanto riferito, sabato nel centro di Beirut si è svolta una manifestazione […]
Наверх Наверх