Risoluzione del conflitto in Libia

  
0

1.Armenia — Azerbaigian.

Il segretario stampa del ministero della Difesa armeno Shushan Stepanyan sulla sua pagina Facebook ha dichiarato che «un distaccamento di forze speciali delle forze armate azere ha lanciato un attacco alla posizione armena». L’attacco al posto di combattimento dell’esercito armeno è avvenuto mercoledì notte. È stato riferito che i soldati armeni hanno respinto l’attacco, le forze speciali azere hanno subito perdite. Il ministero della Difesa azero ha negato il messaggio della parte armena, definendolo «un’altra disinformazione». «C’è calma nella nostra sezione del confine di stato, non abbiamo perdite. Tuttavia, c’è panico tra i militari armeni dall’altra parte del confine. In precedenza abbiamo sentito colpi di armi leggere nelle posizioni delle forze armate armene», ha detto il capo del servizio stampa del ministero della difesa azero Vagif Dargahli.

2. Russia — Nagorno-Karabakh

Il vice ministro degli Esteri russo Alexander Grushko ha dichiarato in un’intervista a TASS che la risoluzione del conflitto nel Nagorno-Karabakh è nell’interesse di tutti gli stati della regione e dei paesi che partecipano al processo di negoziazione. «Riteniamo che non solo la Russia, ma anche altri stati preoccupati per la creazione e il rafforzamento della stabilità in questa regione, debbano fare dichiarazioni che incoraggiano le parti a stabilire la pace, cessare il fuoco e separare le parti», ha affermato. «L’attuale crisi non dovrebbe portare a un ritorno dai progressi compiuti a seguito di sforzi titanici, principalmente da parte della Federazione Russa, nel ravvicinare le prospettive di una soluzione al conflitto del Nagorno-Karabakh», ha sottolineato Grushko.

3. Libia

Aref Ali Nayed, ambasciatore del parlamento libico nella parte orientale del paese presso l’UE, la Gran Bretagna, gli Stati Uniti e l’Unione africana, ha affermato che le tribù libiche hanno chiesto all’Egitto di intervenire nel paese a causa della mancanza di scelta tra le azioni della Turchia. Secondo lui, la Turchia è presente illegalmente in Libia, dal momento che non ha ricevuto il permesso dal parlamento del paese, e ha già trasportato quasi 16 mila militanti in Libia, e ha anche stabilito «egemonia totale» sulla Libia e le sue risorse. Ha notato che le tribù della Libia hanno chiesto aiuto all’Egitto, perché vogliono la pace, non la guerra. Il diplomatico ha sottolineato che il governo di accordo nazionale (NTC) e il Consiglio di Stato libico hanno assunto una posizione «arrogante», respingendo l ‘»Iniziativa del Cairo» per risolvere la crisi libica, che potrebbe portare a una situazione molto pericolosa.

4. Russia — Turchia — Libia

Una dichiarazione congiunta di Russia e Turchia a seguito delle consultazioni ad Ankara afferma che la Russia e la Turchia intendono creare un gruppo di lavoro congiunto per risolvere la situazione in Libia. Il testo del documento è pubblicato sul sito web del ministero degli Esteri russo. Le parti hanno inoltre ribadito il loro impegno per la sovranità, l’indipendenza, l’unità e l’integrità territoriale della Libia, sottolineando la necessità di combattere terroristi e gruppi terroristici. Le parti hanno espresso fiducia nel fatto che il conflitto in Libia non ha soluzione militare e può essere risolto solo attraverso un processo politico «guidato e portato avanti dagli stessi libici con l’assistenza delle Nazioni Unite». Le consultazioni interdipartimentali su un insediamento in Libia si sono svolte ad Ankara dal 21 al 22 luglio.

5. USA — Cina

Il portavoce del ministero degli Esteri cinese Wang Wenbin ha affermato che gli Stati Uniti hanno richiesto la chiusura del consolato generale cinese a Houston. «Il 21 luglio, gli Stati Uniti hanno richiesto fermamente che la Cina chiuda il consolato generale della RPC a Houston. Questa provocazione politica unilaterale degli Stati Uniti viola gravemente il diritto internazionale e i principi chiave delle relazioni internazionali, nonché l’accordo consolare tra Cina e Stati Uniti. La Cina condanna fermamente questo oltraggioso e ingiustificato passo. che sabota le relazioni tra Cina e Stati Uniti «, ha detto un portavoce del ministero degli Esteri cinese. Secondo lui, la Cina «invita gli Stati Uniti a ritirare immediatamente questa decisione errata», altrimenti Pechino adotterà le misure legali e necessarie in 72 ore «.

Если вы нашли ошибку, пожалуйста, выделите фрагмент текста и нажмите Ctrl+Enter.

главное за суткиитоги дняновости
Читайте нас на
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Военнослужащий ЛНР погиб в результате обстрела со стороны ВСУ Александра Донцова Военнослужащий Народной милиции Луганской Народной Республики (ЛНР) погиб в результате обстрела со стороны ВС Украины, сообщило представительство республики в Совместном центре по контролю и координации режима прекращения […] Главное на вечер 12 апреля 2021 года Влад Николаев Министр иностранных дел России Сергей Лавров прокомментировал информацию о продаже Анкарой Киеву ударных беспилотников. Лавров заявил, что Россия настоятельно рекомендует ответственным странам, включая Турцию, […] Обстановка на линии фронта за сутки: версии сторон Александра Донцова Войска Киева четыре раза обстреляли территорию ДНР за прошедшие сутки. Об этом сегодня сообщило представительство Республики в Совместном центре контроля и координации режима прекращения огня (СЦКК). «В зоне обстрелов на […] La “liberación” por la fuerza de Donbass es inaceptable Александра Донцова 1.Buenos días, en el aire estoy yo, Svetlana Borónina, voy a presentarles noticas especiales de ANNA News. 2.Ruslan Khomchak, el Comandante en Jefe de la Fuerza Armada de Ucrania, declaró que la «liberación» por la […] Forced «liberation» of Donbass is unacceptable Александра Донцова This is a special program from the ’ANNA NEWS’, I am Constantine Reztsov. The commander-in-chief of the Ukrainian forces, Ruslan Khomchak stated that a forced liberation of Donbass is unacceptable for Ukraine since this path […] El ataque contra Alepo//La muerte de los civiles Александра Донцова La agencia SANA informó que la defensa aérea siria había rechazado un ataque de la fuerza aérea israelí en el sur del país. Los ataques se realizaron de Líbano y las Alturas del Golán ocupadas. Se informa que como resultado […]
Наверх Наверх

Сообщить об опечатке

Текст, который будет отправлен нашим редакторам: