Su-35 russi in Egitto || Riassunto delle notizie, il 18 marzo 2019

  
0

La Russia ha firmato un contratto con l’Egitto per la fornitura di diverse dozzine di pesanti combattenti multiruolo Su-35, riferisce Interfax, citando il quotidiano Kommersant. «L’accordo corrispondente, che prevede la fornitura di» oltre due dozzine di macchine «e aiuti aeronautici per un importo di circa $ 2 miliardi, è entrato in vigore alla fine del 2018 e le consegne stesse possono iniziare già nel 2020-2021. Hanno rifiutato, ma hanno notato che il contratto «garantisce il caricamento della capacità del costruttore della macchina, Komsomolsk-on-Amur Aviation Plant, per diversi anni a venire», afferma la pubblicazione.

2. Georgia

In Georgia, il comando NATO-GEO EXERCISE 2019 e le esercitazioni del personale inizieranno lunedì con la partecipazione di personale militare proveniente da 24 paesi membri della NATO e partner dell’alleanza, ha riferito Interfax. L’esercitazione avrà luogo nel centro di addestramento e valutazione congiunto (JTEC) con la NATO e durerà fino al 29 marzo. Il Ministero della Difesa della Georgia ha osservato che lo scopo dell’esercizio è quello di aumentare l’interoperabilità delle forze armate dei paesi membri della NATO e dei partner dell’alleanza. Secondo il ministero, più di 350 soldati stranieri prenderanno parte alle esercitazioni.

3. Siria

Il ministero degli Esteri siriano in risposta a una dichiarazione congiunta di Stati Uniti, Francia, Germania e Gran Bretagna, ha dichiarato che nessuno ha invitato questi paesi a partecipare al ripristino della Siria, poiché hanno commesso crimini di guerra contro i siriani nella coalizione, riferisce RIA Novosti. Gli Stati Uniti, la Francia, la Germania e il Regno Unito il 15 marzo in una dichiarazione congiunta dei paesi in occasione dell’ottavo anniversario del conflitto nella Repubblica Araba hanno annunciato che non avrebbero aiutato a ripristinare la Siria fino a quando non avrà avuto inizio un «vero accordo politico». Il ministero degli Esteri siriano ha definito questa affermazione «evidenza storica di menzogne, ipocrisia, confusione e falsificazione». «Questi paesi, che hanno ucciso e distrutto, non sono mai stati interessati alla ricostruzione, nessuno li ha invitati a partecipare, sono obbligati solo a compensare le uccisioni e le distruzioni che hanno commesso a causa di terribili crimini, e per fermare le gravi interferenze negli affari interni», dice nella dichiarazione MFA.

4. Pakistan-India

Almeno un soldato indiano è morto, altri tre sono rimasti feriti di vari gradi di gravità a causa della violazione del cessate il fuoco da parte delle forze armate del Pakistan e il bombardamento dello stato di Jammu e Kashmir nel nord dell’India, riferisce TASS con il quotidiano Hindustan Times. Secondo il quotidiano, l’esercito pakistano di armi di piccolo calibro e mortaio ha attaccato lunedì il distretto di Sanderbany nel distretto di Rajauri. L’esercito indiano ha risposto con il fuoco. La sparatoria è durata circa due ore. Domenica scorsa, anche i militari pakistani hanno bombardato il territorio indiano.

Если вы нашли ошибку, пожалуйста, выделите фрагмент текста и нажмите Ctrl+Enter.

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется


Читайте нас на
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Читайте также:

ANNA NEWS радио
ANNA-NEWS Радио
ANNA-NEWS Включить радио ANNA-NEWS Выключить радио
ANNA-NEWS Радио
ANNA-NEWS Радио
Наверх Наверх

Сообщить об опечатке

Текст, который будет отправлен нашим редакторам: