Visita del leader del RPC a Mosca

  
0

1. Grecia-RFG

L’ambasciatore greco a Berlino ha trasmesso una nota al ministero degli Esteri tedesco, in cui il governo greco ha esortato la parte tedesca ad avviare negoziati per risolvere la questione irrisolta di pagare la Germania per le riparazioni militari e il risarcimento dei danni della prima e della seconda guerra mondiale. La nota è stata presentata secondo le istruzioni del Vice Ministro degli Esteri, Sii Anagnostopoulou, relazioni RIA Novosti, citando il Ministero degli Affari Esteri della Grecia. Ad aprile, il parlamento greco ha adottato a stragrande maggioranza una risoluzione che impone al governo di chiedere che la parte tedesca paghi le riparazioni di guerra: 309,5 miliardi di euro per la seconda guerra mondiale e oltre 9 miliardi di euro per la prima guerra mondiale. La Grecia ha stimato anche 107 miliardi di euro di risarcimento per la morte e l’infortunio delle persone. La stessa Germania respinge le richieste delle autorità greche. Secondo i funzionari tedeschi, il loro paese ha adempiuto ai propri obblighi quando ha pagato 115 milioni di marchi nel 1960.

2. Germania-Venezuela

La Deutsche Bank of Germany ha deciso di «prendere il controllo» di 20 tonnellate di oro di proprietà del Venezuela a causa del mancato pagamento dei pagamenti di prestiti da parte di Caracas, riferisce Bloomberg. Secondo fonti informate, nel 2016 il governo venezuelano ha ricevuto un prestito da Deutsche Bank per un importo di $ 750 milioni, lasciando 20 tonnellate di oro come garanzia, riferisce TASS. In connessione con l’omissione dei pagamenti, Deutsche Bank ha deciso di risolvere il contratto di prestito, che doveva scadere nel 2021, e di «prendere il controllo» dell’oro. Ricordiamo che a gennaio l’oro venezuelano ha rifiutato di restituire la Banca di Inghilterra.

3. Ucraina

In Ucraina, si sono offerti di confiscare la proprietà dei cittadini del paese che hanno ricevuto il passaporto russo e vivono nel Donbass, riferisce RIA Novosti. Il disegno di legge in questione è stato presentato al deputato di Verkhovna Rada Oleg Musiy. Ricordiamo, ad aprile, Vladimir Putin ha firmato un decreto che consente ai residenti di alcune regioni delle regioni di Donetsk e Lugansk dell’Ucraina di ricevere passaporti russi in modo semplificato. Più tardi a Kiev hanno minacciato che i residenti del Donbass che chiedevano passaporti russi sarebbero stati privati ​​della cittadinanza ucraina. Inoltre, il ministro per gli affari dei veterani Irina Freese ha affermato che anche loro non riceveranno sussidi sociali e pensioni.

4. Russia

Il presidente della RPC Xi Jinping è arrivato a Mosca in visita di stato il 5 giugno. La visita è dedicata al settantesimo decennio delle relazioni diplomatiche tra la Federazione russa e la Repubblica popolare cinese. All’incontro, si prevede che Vladimir Putin e Xi Jinping discuteranno questioni di un’agenda bilaterale e internazionale, compresa la denuclearizzazione della Corea del Nord e la crisi in Venezuela. Il 6 e 7 giugno Xi Jinping si recherà a San Pietroburgo, dove visiterà il Forum economico internazionale di San Pietroburgo (PMEF). Durante la visita del leader cinese, è previsto di firmare circa 30 diversi documenti. Il presidente della Repubblica popolare cinese ha espresso fiducia nel fatto che la sua visita sarà fruttuosa «e servirà da stimolo per lo sviluppo dinamico delle relazioni russo-cinesi»

5. Venezuela

Il presidente venezuelano Nicolas Maduro ha dichiarato che il Consiglio di sicurezza venezuelano lavorerà costantemente per risolvere la situazione nel paese, ha riferito TASS. «Dichiaro che il Consiglio di sicurezza lavorerà su base continuativa come la più alta autorità costituzionale della repubblica per proteggere la pace e la stabilità politica del paese», ha detto Maduro all’incontro, che è stato trasmesso su Venezolana de Television. Il leader venezuelano ha aggiunto che il Consiglio di sicurezza avrà «tutte le competenze possedute dalle autorità costituenti, elettorali, giudiziarie e civili». «Lo Stato venezuelano deve rispondere in tempo, con forza rivoluzionaria e resistenza, alla necessità di proteggere la nostra patria, la Costituzione e il diritto alla pace», ha spiegato la decisione a Maduro.

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

La situation dans le camp d’Al-Roukban s’approche d’une catastrophe humanitaire Александра Донцова La chef de la commission de la Chambre publique de Russie sur le développement de la diplomatie publique, la coopération humanitaire et la préservation des valeurs traditionnelles, Elena Soutormina, a l’intention de […] Situation im Rukban-Lager nähert sich einer humanitären Katastrophe Александра Донцова Die Leiterin der Kommission der Öffentlichen Kammer der Russischen Föderation für die Entwicklung der öffentlichen Diplomatie, die humanitäre Zusammenarbeit und die Wahrung traditioneller Werte, Elena Sutormina, kündigte an, […] La situazione del campo di Rukban si avvicina al disastro umanitario Александра Донцова Il capo della commissione della Camera pubblica della Federazione Russa sullo sviluppo della diplomazia pubblica, la cooperazione umanitaria e la conservazione dei valori tradizionali, Elena Sutormina, ha annunciato che […] La situación en el campo Rukban está a punto de una catástrofe humanitaria Александра Донцова TASS informa que Elena Sutórmina, la Jefa de la comisión de la Cámara Social de la Federación de Rusia del desarrollo de la diplomacia pública, cooperación humanitaria y el mantenimiento de los valores tradicionales, informó […] The situation in the Rukban camp is about to become a humanitarian disaster Александра Донцова The head of the commission of the Russian Public Chamber on the development of the public diplomacy, humanitarian cooperation and the preservation of the traditional values, Elena Sutormina, announced that she intends to […] Une explosion dans le gouvernorat d’Alep Александра Донцова 1.Syrie Une explosion de voiture mercredi tard dans la soirée dans la ville de Jarablus, dans la partie orientale du gouvernorat d’Alep, a tué au moins cinq soldats turcs, selon l’agence syrienne SANA. Le véhicule a […] Explosion in der Provinz Aleppo Александра Донцова 1. Syrien Die syrische Agentur SANA berichtete, dass bei einer Explosion am späten Mittwochabend in der Stadt Dscharābulus im Osten der Provinz Aleppo mindestens fünf türkische Soldaten getötet wurden. Ein Auto wurde […] L’esplosione nella provincia di Aleppo Александра Донцова 1. Siria L’agenzia siriana SANA riferisce che a seguito di un’esplosione di un’auto mercoledì sera tardi nella città di Jarablus nella parte orientale della provincia di Aleppo, sono state uccise almeno […] La explosión en la provincia de Alepo Александра Донцова 1.Siria La agencia siria SANA informa que como resultado de una explosión de un coche que se produjo el miércoles por la tarde en la ciudad de Jarábulus, en la parte oriental de la provincia de Alepo, al menos 5 militares […]
ANNA-NEWS радио
ANNA-NEWS Радио
ANNA-NEWS Включить радио ANNA-NEWS Выключить радио
ANNA-NEWS Радио
ANNA-NEWS Радио
Наверх Наверх