Volodin: le parole dell’ambasciatore americano in Polonia sono offensive

  
0

1.Russia-Ucraina

Russia e Ucraina hanno firmato un pacchetto di documenti che consentirà il proseguimento del transito di gas attraverso il territorio ucraino dopo il 31 dicembre 2019. I negoziati bilaterali continui a Vienna sono durati cinque giorni. Il contratto è firmato per cinque anni. Secondo il CEO di Gazprom Alexei Miller, «questi accordi sono davvero un grosso pacchetto che ha ripristinato l’equilibrio degli interessi delle parti».

2. Russia

Il portavoce della Duma di Stato Vyacheslav Volodin ha definito offensiva la dichiarazione dell’ambasciatore degli Stati Uniti in Polonia, in cui si afferma che Hitler e Stalin hanno accettato di iniziare la seconda guerra mondiale. «L’ambasciatore degli Stati Uniti in Polonia insulta non solo i cittadini della Russia e delle ex repubbliche sovietiche, ma anche gli Stati Uniti d’America», ha detto Volodin al servizio stampa della Duma di Stato. Ha anche raccomandato al Dipartimento di Stato americano di controllare i capi delle sue missioni diplomatiche per conoscere la storia dei paesi in cui devono lavorare. In precedenza, l’ambasciatrice degli Stati Uniti in Polonia, Georgette Mosbacher, ha twittato che «Hitler e Stalin hanno cospirato per iniziare la seconda guerra mondiale» e «La Polonia è stata vittima di questo terribile conflitto».

3. Siria

Lunedì il ministero degli Esteri siriano ha condannato gli attacchi aerei della coalizione internazionale sulla base del movimento Kataib Hezbollah, che fa parte della milizia sciita, e ha invitato gli Stati Uniti a smettere di interferire negli affari iracheni. Damasco esprime solidarietà con Baghdad e «invita nuovamente gli Stati Uniti a smettere di interferire negli affari interni dell’Iraq», afferma la dichiarazione.

4. USA

Il segretario di Stato americano Michael Pompeo in una conversazione telefonica con il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha dichiarato che gli Stati Uniti prenderanno misure decisive per proteggere i propri interessi dalla minaccia che, secondo i politici americani, proviene dall’Iran. Pompeo ha anche discusso degli attacchi statunitensi contro obiettivi del gruppo sciita Kataib Hezbollah in Siria e Iraq con il Principe ereditario degli Emirati Arabi Uniti e il Principe ereditario dell’Arabia Saudita.

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Explosion an der syrisch-israelischen Grenze Александра Донцова Die libanesische Nachrichtenagentur NNA berichtete, dass in den Golanhöhen nahe der syrisch-israelischen Grenze eine gewaltige Explosion stattgefunden habe. „Die Bewohner einiger Siedlungen im Distrikt Marjayoun (Südlibanon) […] Esplosione al confine siro-israeliano Александра Донцова L’agenzia nazionale libanese NNA ha riferito che una potente esplosione è avvenuta sulle alture del Golan vicino al confine siro-israeliano. «I residenti di alcuni insediamenti nel distretto di Marjayoun (Libano […] La explosión en la frontera entre Siria e Israel Александра Донцова La agencia nacional libanesa NNA informó que se había producido una explosión en las Alturas del Golán, cerca de la frontera entre Siria e Israel. Los residentes de los lugares ponblados situados en el distrito de Marjayoun […] Explosion à la frontière israélo-syrienne Александра Донцова Une puissante explosion s’est produite sur le plateau du Golan, près de la frontière syro-israélienne, selon l’agence nationale libanaise NNA. «Les habitants de certaines colonies du district de Marjayoun (sud du […] An explosion on the Syrian-Israeli border Александра Донцова The Lebanese national news agency »NNA» reported that a strong explosion took place in the Golan Heights, near the Syrian-Israeli border. «Residents of some settlements in the Marjayoun district, in south of […] Proteste in Syrien gegen türkische Präsenz Александра Донцова 1. Syrien Syrische Medien berichteten, dass in mehreren Provinzen Syriens Proteste gegen die türkische Militärpräsenz im Land stattgefunden hätten. Einwohner der Provinz Idlib versammelten sich an den Beobachtungsposten der […]
Наверх Наверх