Washington accusa l’Iran di attaccare le petroliere

  
0

1. Gli Stati Uniti-Iran Il Segretario di Stato americano Mike Pompeo ha dichiarato che Washington considera l’Iran responsabile degli attacchi a due petroliere nel Golfo di Oman. «Il governo degli Stati Uniti ritiene che la Repubblica islamica dell’Iran sia responsabile degli attuali attacchi nel Golfo di Oman», riferisce Pompeo. Secondo lui, in questo modo l’Iran sta cercando di realizzare la sua minaccia di interrompere il trasporto di petrolio attraverso lo Stretto di Hormuz. Il segretario di Stato ha detto che gli Stati Uniti continueranno a esercitare pressioni economiche e politiche sull’Iran, ma è anche pronto a usare la forza per proteggerlo. Più tardi, il Comando Centrale degli Stati Uniti ha riferito che, in connessione con l’attacco alle petroliere, un «cacciatorpediniere» di un massone è stato inviato nel Golfo di Oman. Teheran, a sua volta, respinge le accuse USA di coinvolgimento nell’incidente. «Rifiutiamo con forza qualsiasi accusa dell’Iran. Certamente, coloro che accusano l’Iran svolgono un ruolo importante nella creazione di questi incidenti, e possono essere gli stessi Stati Uniti «, ha dichiarato il rappresentante permanente dell’Iran presso l’ONU, Eshag al-Habib.

2. Polonia

Il tribunale distrettuale di Varsavia ha condannato l’ex capo dell’ufficio del primo ministro polacco Tomash Arab per negligenza criminale, che ha portato al crollo dell’aereo di linea il 10 aprile 2010, a bordo del quale era presente il presidente Lech Kaczynski e una delegazione rappresentante della leadership polacca, vicino a Smolensk, Interfax riferisce con riferimento alla radio polacca. Secondo il verdetto del tribunale, l’arabo non ha intrapreso le azioni necessarie per impedire che il volo si svolgesse, sapendo che non c’era nessun aeroporto a Smolensk, sul quale sarebbe stato possibile atterrare un trasporto aereo speciale. Oltre a Tomash Arabsky, la corte ha condannato altri quattro imputati — due ex dipendenti dell’ufficio del Primo Ministro, nonché due ex dipendenti dell’Ambasciata polacca a Mosca.

3. Ucraina

Il Gabinetto dei Ministri dell’Ucraina fornirà un contributo volontario del paese al Fondo dell’Organizzazione degli Stati Americani (OSA) come osservatore permanente, che contribuirà allo sviluppo della cooperazione con gli Stati delle Americhe, riferisce Interfax. Secondo l’ordine del Gabinetto dei Ministri del 12 giugno 2019, l’Ucraina contribuirà con $ 40.000 all’OAS a spese del programma di bilancio «Contributi dell’Ucraina ai bilanci delle Nazioni Unite, organismi e agenzie specializzate del sistema delle Nazioni Unite, altre organizzazioni internazionali e organismi di convenzione». Si sottolinea che il contributo contribuirà all’approfondimento del dialogo politico di Kiev con l’OAS in materia di sicurezza regionale e globale, lotta al terrorismo e traffico di droga, attività per i diritti umani, nonché allo sviluppo degli scambi e della cooperazione economica.

4. Israele

Nella notte di venerdì, l’aviazione israeliana ha di nuovo attaccato la Striscia di Gaza in risposta ai missili lanciati dall’enclave. «Stasera, aerei militari e aerei delle Forze di Difesa Israeliane hanno attaccato diversi obiettivi terroristici, tra cui le infrastrutture terroristiche presso le basi militari e la base navale di Hamas.L’attacco è stato in risposta a un attacco missilistico lanciato dalla Striscia di Gaza nelle prime ore della sera.» — Interfax riporta una dichiarazione del servizio stampa israeliano. Questi attacchi sono stati colpiti diverse ore dopo che i razzi lanciati dal territorio dell’enclave hanno danneggiato la costruzione di una sinagoga e una scuola religiosa nella città meridionale di Sderot, in Israele. Durante questi attacchi missilistici, nessuno è rimasto ferito.

Если вы нашли ошибку, пожалуйста, выделите фрагмент текста и нажмите Ctrl+Enter.

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется


Читайте нас на
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!
Наверх Наверх

Сообщить об опечатке

Текст, который будет отправлен нашим редакторам: