Home / NEWS  / in Italian  / Aggravamento al confine tra India e Pakistan || Risultati della settimana da ANNA NEWS

Aggravamento al confine tra India e Pakistan || Risultati della settimana da ANNA NEWS

L’esercito indiano ha bombardato e distrutto almeno tre postazioni militari nell’area di Punch nell’area del Pakistan controllata dal Kashmir, e un gran numero di militari pakistani sono rimasti feriti, secondo quanto riferito dal TEP citando The Pioneer. In precedenza, a seguito del bombardamento da parte dei soldati indiani nell’area di Ravalakot, almeno tre soldati dell’esercito pakistano sono stati uccisi sulla linea di controllo, uno è rimasto ferito. Il bombardamento delle posizioni pakistane è stato intrapreso in risposta all’incidente di lunedì, quando le truppe pakistane hanno aperto il fuoco dell’artiglieria da cannoni di grosso calibro negli insediamenti indiani situati a 8 km dalla linea di controllo che separa le zone indiane e pakistane del Kashmir. Di conseguenza, un ufficiale di frontiera e una ragazza minorenne morirono. Quattro guardie di frontiera indiane sono rimaste ferite.

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha annunciato la vittoria, guidata dal Partito per la giustizia e lo sviluppo nelle elezioni municipali tenutesi nel paese. Durante il suo discorso ad Ankara, Erdogan ha detto ai suoi sostenitori che «il sostegno del popolo turco ha permesso al Partito per la giustizia e lo sviluppo di vincere nelle quindicesime elezioni del Paese», riferisce TASS. «Circa il 56% di tutti gli enti municipali in Turchia sarà guidato da rappresentanti del Partito per la giustizia e lo sviluppo», ha detto Erdogan sul canale televisivo NTV. Allo stesso tempo, ha riconosciuto che il suo partito non è stato in grado di vincere le elezioni per il sindaco a Istanbul. Erdogan ha ricordato che ora nel paese «le elezioni non saranno di altri 4,5 anni, e nel prossimo periodo il suo partito lavorerà per migliorare la vita dei cittadini».

I candidati che si recano al secondo turno delle elezioni presidenziali ucraine sono finalmente determinati, come risulta dai dati del CEC dell’Ucraina. Il 97,48% dei protocolli è stato elaborato, raporta TASS. I leader del primo turno erano il comico Vladimir Zelensky, che ha raccolto il 30,24% dei voti e l’attuale presidente del paese, Petr Poroshenko, che ha il 15,93% dei voti. Altri candidati hanno perso l’opportunità di andare al secondo turno con qualsiasi risultato del conteggio dei voti nei protocolli che non sono ancora stati elaborati. Yulia Tymoshenko, a capo del Batkivshchyna, guadagna il 13,39%, classificandosi al terzo posto. Il secondo turno delle elezioni si svolgerà il 21 aprile.

Secondo le informazioni dei nostri ufficiali militari, le «Forze Democratiche della Siria» hanno ricevuto dalla coalizione internazionale un nuovo lotto di equipaggiamenti e armi militari. Ricordiamo che, secondo fonti curde, nel prossimo futuro gli Stati Uniti stanziano 300 milioni di dollari per sostenere «le forze democratiche». Allo stesso tempo, i bambini continuano a morire nel campo profughi di Al-Khol sotto il controllo delle «forze democratiche». Nell’ultima settimana, 27 bambini sono morti nell’insediamento. Le tragedie sono causate da difficili condizioni umanitarie, nonché dalla mancanza di opportunità per gli sfollati di cercare assistenza medica qualificata.

L’Ucraina ha vietato qualsiasi volo diretto con la Russia. La decisione pertinente è stata presa dal gabinetto ucraino. Secondo l’agenzia di stampa ucraina, tali azioni sono legate al fatto che il candidato presidenziale Yuriy Boyko e il capo del consiglio politico del partito Piattaforma di opposizione per la vita, Viktor Medvedchuk, hanno visitato Mosca. Il capo del Ministero degli affari interni dell’Ucraina, Arsen Avakov, ha osservato che erano riusciti a «sfruttare la scappatoia della legislazione» facendo un volo diretto a Mosca. È stato chiarito che il divieto non si applica a possibili voli di missioni di organizzazioni internazionali, tra cui l’OSCE e l’ONU.

I combattenti dell’esercito nazionale libico (LNA) sotto il comando del maresciallo Khalifa Haftar hanno preso il controllo di diverse aree nel sud-ovest di Tripoli, non ci sono scontri, ha detto una fonte dell’esercito nazionale libico. «Al momento, le strade della città sono vuote, sembra che quasi tutti i residenti abbiano scelto di lasciare la città. Alcuni distretti sono già occupati da combattenti dell’LNA, ad esempio Janzur e Al-Swani, questo è nel sud-ovest di Tripoli «, ha detto la fonte a RIA Novosti. Ha notato che gli scontri armati non si sono ancora verificati, solo alcuni attacchi minori da parte delle bande sulla via per Tripoli. Giovedì sera, il comandante dell’esercito nazionale libico, Khalifa Haftar, ha ordinato l’inizio di un’offensiva su Tripoli, dove siede il cosiddetto National Accord Government (PNS), guidato da Faiz Saraj. Maria Kayumova specialmente per ANNA NEWS

ПОДЕЛИТЬСЯ


ВАШ КОММЕНТАРИЙ БУДЕТ ПЕРВЫМ

Оставьте Ваш комментарий (регистрация не требуется)