La Turchia non esclude gli scontri con l’esercito siriano

  
0

1. Turchia-Siria

L’esercito turco respingerà le forze armate siriane in caso di scontro al confine tra i due paesi, ha affermato il consigliere del presidente turco Yasin Aktay. Secondo il consigliere Erdogan, l’esercito siriano «non ha forza» per combattere nel nord-est della Siria, e deve pensare prima di entrare in questa regione e «complicare la situazione», riferisce RIA Novosti. «Se l’esercito siriano, che finora non è stato in grado di sconfiggere l’organizzazione terroristica (in Turchia) YPG, che cerca di dividere la Siria e creare uno stato separatista, si sta preparando a combattere l’esercito turco ed è in grado di farlo, allora per favore», ha detto Aktay. Allo stesso tempo, il consigliere di Erdogan non ha escluso gli scontri tra i due eserciti nella Siria nord-orientale. Commentando l’accordo dei curdi con Damasco ufficiale, Aktay ha osservato che questo è un segno di «ostilità nei confronti della Turchia». Secondo lui, la Turchia non accetta la presenza delle forze curde nel nord-est della Siria.

2. Europa

Il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas non ha escluso l’introduzione di misure aggiuntive, oltre a bloccare le esportazioni di armi, contro la Turchia a causa dell’operazione militare di Ankara in Siria. In precedenza aveva affermato che in relazione all’aggressione turca contro la Siria, il governo tedesco non avrebbe rilasciato permessi per nuove consegne di armi in Turchia. Anche la decisione di sospendere la fornitura di armi ad Ankara è stata appoggiata dalla Francia. Inoltre, Parigi ha annunciato l’intenzione di utilizzare possibili leve diplomatiche per porre fine all’offensiva turca nel nord della Siria, nonché per garantire la sicurezza dei suoi specialisti nella regione. «La Francia concentrerà gli sforzi diplomatici in stretta collaborazione con i partner della coalizione internazionale antiterrorismo all’interno dell’Unione europea, della NATO e del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite per ottenere l’immediata cessazione dell’offensiva lanciata dalla Turchia», ha dichiarato il comunicato del Palazzo dei campi Elisi.

3. Ecuador

Almeno sette persone sono state uccise e 1340 ferite durante le proteste antigovernative in Ecuador, accompagnate da scontri tra manifestanti e forze dell’ordine, ha riferito TASS. Il 1 ottobre, il presidente dell’Ecuador Lenin Moreno ha firmato un decreto che abolisce i sussidi per il gasolio e la benzina il 3 ottobre, dopo di che i loro prezzi sono aumentati di oltre il 120%. Il paese è stato travolto dalle proteste, che in alcune città sono diventate rivolte. In questa situazione, Moreno dichiarò uno stato di emergenza. Più tardi, le autorità ecuadoriane hanno deciso di annullare il decreto che ha causato una protesta nazionale. In risposta, gli oppositori dell’azione del governo hanno deciso di fermare la loro disobbedienza.

4. Siria

Le forze governative siriane sono entrate nella città di Ain Isa nella provincia di Raqqa nella parte settentrionale della Repubblica Araba. Una popolazione pacifica incontra i militari all’ingresso della città, riferisce l’agenzia siriana SANA. In precedenza, l’esercito siriano occupava la città di Tabka vicino alla centrale idroelettrica dell’Eufrate, nonché un aeroporto militare situato lì. Entrambe le posizioni erano precedentemente controllate dalle forze democratiche siriane curde (SDF). Ricordiamo, i rappresentanti dei curdi hanno annunciato l’accordo con Damasco riguardo allo spiegamento dell’esercito del governo siriano lungo il confine con la Turchia. Lo stesso giorno, le autorità siriane hanno deciso di inviare truppe nel nord del paese per opporsi alla Turchia, la sera l’esercito siriano è entrato nella città di Manbij, che è controllata dai curdi.

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Israele ha lanciato attacchi missilistici su Damasco Александра Донцова 1. Siria Mercoledì notte, diversi missili israeliani sono stati intercettati dalle forze siriane nell’area di Damasco. È stato riferito dall’agenzia statale siriana SANA. Secondo l’agenzia, gli aerei […] Israel realizó los ataques aéreos contra Damasco Александра Донцова 1.Siria La agencia SANA informa que el miércoles por la noche los aviones militares israelíes realizaron varios ataques contra la periferia de Damasco. Se destaca que la mayor parte de los misiles israelíes fueron […] La Turchia riprenderà a operare in Siria Александра Донцова 1. Georgia Le azioni di protesta sono riprese in Georgia. All’edificio del parlamento, diverse decine di partecipanti a una manifestazione antigovernativa, che erano stati dispersi dalle forze speciali alla vigilia […] Turquía reanudará la operación en Siria Александра Донцова 1.Georgia En Georgia se reanudaron las acciones de protesta. Cerca del edificio del Parlamento varias docenas de participantes del mitin antigubernamental que fueron dispersados por las fuerzas especiales ayer han montado las […] L’ottava pattuglia russo-turca inizia a lavorare in Siria Александра Донцова 1. Siria Il ministero della Difesa russo riferisce che l’ottava pattuglia congiunta della polizia militare russa e delle forze armate turche ha iniziato i lavori. La pattuglia ha iniziato a lavorare alle 10.06 nella […] En Siria se puso en marcha el octavo patrullaje conjunto realizada por Rusia y Turquía Александра Донцова 1.Siria El Ministerio de Defensa de la Federaciónde Rusia informa que el octavo patrullaje conjunto realizado por la policía militar rusa y la Fuerza Armada de Turquía se puso en marcha en la región fronteriza situada a unos […] Lo scontro tra nazionalisti e l’esercito di Kiev Александра Донцова 1. Lo scontro tra nazionalisti ucraini e personale militare della 92a brigata separata meccanizzata delle forze armate a nord-ovest di Yasinovataya ha portato alla morte di almeno quattro combattenti del complesso, secondo […] Gli attacchi in Siria Александра Донцова A seguito di un triplo attacco terroristico nella città siriana di Kamyshli, nel nord della Siria, nella provincia di Hasaka, il numero di vittime ha raggiunto sette persone, ferendone 70. I nostri corrispondenti di guerra, […] Los actos terroristas en Siria Александра Донцова Como resultado del acto terrorista triple que se produjo en la ciudad siria de Kamyshly, en el norte del país, en la provinca de Al-Hasaka, 7 personas murieron, 70 personas fueron heridas. Los corresponsales de guerra de ANNA […]
Наверх Наверх