Le truppe siriane hanno attaccato le basi militanti di Hama

  
0

L’artiglieria dell’esercito del governo siriano ha attaccato le basi dei militanti del gruppo estremista Kataib al-Izz a nord del centro provinciale di Ham, riferisce TASS riferendosi all’agenzia SANA. Secondo lui, i posti di comando del nemico e i depositi di munizioni, situati negli insediamenti di Kfar Zita, Hasraia e Arbain, furono distrutti. In precedenza, i tentativi da parte dei gruppi banditi di penetrare nei villaggi di Teybat al-Imam, Souran e Morik sono stati prevenuti al fine di attaccare le posizioni delle forze governative da lì. Secondo l’agenzia, nel corso di operazioni preventive, le truppe hanno eliminato la minaccia e hanno inflitto vittime e equipaggiamenti sul nemico.

Il primo ministro ungherese Viktor Orban ha respinto le richieste degli Stati Uniti di aumentare la pressione su Russia e Cina, dicendo che vuole che il suo paese «rimanga neutrale come l’Austria» ha riferito TASS, citando The Wall Street Journal. Secondo le sue fonti, Orban ha detto questo mese scorso durante un incontro con l’ambasciatore degli Stati Uniti in Ungheria. Allo stesso tempo, secondo i consiglieri del Primo Ministro, apprezza molto la sicurezza che l’Ungheria dà alla sua appartenenza alla NATO e vuole che il suo paese continui a far parte di questa alleanza. Tuttavia, allo stesso tempo, Orban si oppone ai tentativi statunitensi di esercitare pressioni per arginare l’influenza della Russia e della Cina in Europa, indicano le fonti della pubblicazione.

Le autorità della Corea del Nord hanno invitato la Corea del Sud ad abbandonare la condotta delle esercitazioni militari, osservando che le manovre possono danneggiare l’atmosfera stabilita di pace e dialogo nella penisola coreana, riferisce TASS. Come notato nel commento, le esercitazioni antiterrorismo condotte in Corea del Sud all’inizio di gennaio, così come l’intenzione del Sud di aumentare il budget militare quest’anno e acquistare gli ultimi combattenti che utilizzano la tecnologia stealth, sono particolarmente preoccupanti.

Il presidente turco Erdogan ha promesso di distruggere presto tutti i militanti dell’organizzazione terrorista dello Stato islamico (vietato nella Federazione Russa) nella vicina Siria, riferisce TASS. «Presto stabiliremo anche sicurezza, stabilità e tranquillità nei territori ad est del fiume Eufrate», ha affermato. Inoltre, Erdogan ha osservato che la Turchia non solo supporta l’eliminazione delle organizzazioni estremiste, ma «fa anche sforzi seri per mitigare le conseguenze della crisi umanitaria causata dal conflitto in Siria». Secondo lui, Ankara intende creare delle zone cuscinetto nel paese vicino in modo che «4 milioni di rifugiati siriani che vivono in Turchia possano tornare alle loro case».

Circa 600 membri dell’esercito degli Stati Uniti arrivarono in due basi aeree situate a est del fiume Eufrate in Siria, secondo quanto riferito dalla TASS, citando Anadolu. L’esercito si trova in basi nelle regioni Kharab Yshk e Sarrin nella provincia di Aleppo, che, secondo l’agenzia, sarà uno dei punti principali per il ritiro dell’esercito americano dalla Siria. Altre due basi nella provincia di Haseke saranno utilizzate per il ritiro di armi pesanti. Il contingente in arrivo di 600 persone dovrebbe essere coinvolto nel ritiro delle unità.

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Lo scontro tra nazionalisti e l’esercito di Kiev Александра Донцова 1. Lo scontro tra nazionalisti ucraini e personale militare della 92a brigata separata meccanizzata delle forze armate a nord-ovest di Yasinovataya ha portato alla morte di almeno quattro combattenti del complesso, secondo […] Gli attacchi in Siria Александра Донцова A seguito di un triplo attacco terroristico nella città siriana di Kamyshli, nel nord della Siria, nella provincia di Hasaka, il numero di vittime ha raggiunto sette persone, ferendone 70. I nostri corrispondenti di guerra, […] 18 mila rifugiati ritirati dal campo di Rukban Александра Донцова 1. Siria Più di 18 mila rifugiati sono stati rimossi dal campo di Rukban in Siria grazie alle azioni del governo siriano e all’assistenza russa, ha affermato Yuri Borenkov, capo del Centro russo per la riconciliazione […] 18 mil refugiados fueron evacuados del campo “Rukban” Александра Донцова 1.Siria Las Noticias de RIA con referencia a Yuri Borenkov, el Jefe del Centro de Reconciliación de las partes en conflicto ruso y el control de la circulación de los refugiados, informan que más de 18 mil refugiados fueron […] Riprese universitarie a Blagoveshchensk Александра Донцова 1. Siria Ieri, gli elicotteri delle forze aerospaziali russe hanno lanciato pattuglie aeree nel nord della Siria. In precedenza, il 12 novembre, gli elicotteri Mi-8 e Mi-35 furono dispiegati nella città di Kamyshli nella […] Il fondatore di Caschi Bianchi è «vero eroe» Александра Донцова 1. Il Regno Unito Karen Pierce, rappresentante permanente britannico presso le Nazioni Unite, citato da The Daily Mail come quotidiano britannico, ha definito James Le Mezure uno dei fondatori di White Helmets, un vero eroe, […] Attacchi terroristici nella città siriana di Kamyshli Александра Донцова 1. Cina Per aver partecipato alle proteste che hanno avuto luogo lunedì in molte aree e in diverse università di Hong Kong, la polizia cittadina ha arrestato 287 persone. Lunedì la protesta è stata paralizzata dal traffico, […] Le proteste di Hong Kong continuano Александра Донцова 1. Hong Kong Durante la repressione dei manifestanti, la polizia ha usato armi da fuoco in tre aree di Hong Kong. Secondo la polizia, una persona è rimasta ferita. È stato riferito dalla stazione radio locale RTHK. In […] Las protestas en Hong-Kong siguen realizándose Александра Донцова 1. Hong-Kong La policía declaró que durante la operación de la dispersión de los manifestantes se habían aplicado las armas de fuego en 3 regiones de Hong-Kong. 1 persona fue herida. Antes la policía aplicó el gas […]
Наверх Наверх